Monaco Monte Carlo Comedy Film Festival (ASCA) – Roma, 23 lug – Al via domani sera e fino al primo agosto all’Anfiteatro di Soverato il Magna Grecia Film Festival (MGFF), arrivato ormai alla sua settima edizione, da una idea di Gianvito Casadonte, direttore artistico e giovane produttore cinematografico che ha gia’ messo a segno per la Inspire Production l’opera ”Vicino al Colosseo c’e’ Monti”’, di Mario Monicelli. Il grande maestro del cinema e’ gia’ stato ospite nelle edizioni passate del Magna Grecia Film Festival, che premia le opere prime degli autori, di cui e’ presidente onorario un altro grande regista Ettore Scola, che anche quest’anno naturalmente seguira’ i lavori del Festival della cittadina calabrese che si affaccia sul Mar Ionio. Atteso anche Ugo Gregoretti, il regista che fa parte della giuria assieme a Emilio Bonucci, l’autrice Silvia Scola, e Silvia Bizzio, la giornalista di Repubblica, corrispondente da Los Angeles e direttore artistico del Festival Cinema Italian Style, che si tiene proprio a Los Angeles. Si parte domani sera con la proiezione del film ”Una canzone per te’ con la regia di Herbert Simone Paragnani, realizzato nel 2010, poi a seguire fino alla serata della premiazione finale prevista il primo agosto, ”Basilicata coast to coast”, opera prima di Rocco Papaleo che sara’ presente al MGFF, assieme a Giorgio Haber in concorso con ”Una notte blu cobalto’, che inoltre regalera’al pubblico sempre numeroso il 25 luglio una performance musicale. Lo stesso giorno sara’ presente anche Max Gazze’, tra gli eventi della Manifestazione la presentazione del libro di Luciano Regolo su Natuzza Evolo, la mistica di Paravati scomparsa lo scorso anno. Il cartellone prosegue con molti altri film tra i quali ”Good Morning Aman”, opera prima di Claudio Noce, che parla di un uomo che arriva a Roma all’eta’ di 4 anni da Mogadiscio, luogo dal quale e’ fuggito a causa della guerra. Di Giuseppe Capotondi realizzato lo scorso anno viene presentato ”La doppia ora’, e di Riccardo Grandi ”Tutto l’amore del mondo’. Tanti gli appuntamenti a margine del Festival. Di grande appeal per lo stesso fondatore del MGFF Gianvito Casadonte, l’introduzione al tema delle nanoteconologie e del rapporto con il cinema.

red/cam/bra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ 6 = sette