“La Calabria non puo’ che gioire per il ritorno sulle sue strade del Giro d’Italia, “la gara piu’ dura del mondo nel Paese piu’ bello del mondo”, come e’ stata mirabilmente definita. Si tratta di un grande riconoscimento non solo per il ciclismo ma per tutto lo sport di questa regione, che avra’ modo di sfruttare una straordinaria occasione di visibilita’ e di promozione della sua immagine”. Il presidente del Coni Calabria, Mimmo Pratico’, esprime la sua “viva soddisfazione l’opportunita’ che deriva a tutti noi dalla presenza di una delle piu’ prestigiose corse a tappe a livello mondiale”.

“Gli italiani, in questo modo, avranno modo anche di conoscere una parte a molti non nota del nostro territorio, con l’arrivo a Serra San Bruno, una localita’ che nei mesi scorsi, nella sua incantevole Certosa, ha ospitato sua Santita’ Benedetto XVI. Ma anche la tappa Cosenza-Matera dara’ modo di diffondere in tutta Italia l’immagine di un pezzo della nostra regione che merita di essere valorizzato per la sua straordinaria bellezza.
D’altronde, da oltre ottant’anni, anche se con delle significative “parentesi” di assenza, il Giro d’Italia lambisce o attraversa la Calabria.

E questa terra e i suoi tifosi rispondono con la passione e l’entusiasmo che solo il ciclismo e pochi altri sport riescono a far scaturire. Come Coni Calabria – conclude Pratico’ -, per la parte che ci compete, offriremo il massimo supporto affinche’ l’organizzazione del Giro trovi anche qui l’accoglienza, l’assistenza e l’efficienza che la Corsa rosa richiede”. (AGI) Red/Adv – (foto dal web)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 9 = zero