La Cgil Calabria ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori LPU-LSU per protestare contro l’inaccettabile ritardo nella corresponsione dei sussidi e delle integrazioni, e contro la mancata predisposizione del Bando regionale per la stabilizzazione di questa platea di lavoratori precari.

La Cgil Calabria ha inoltre convocato per il 6 dicembre tre attivi dei delegati Lsu-Lpu che si terranno a Cosenza, Catanzaro e Gioia Tauro. La Cgil Calabria, ritiene,considerata la gravissima emergenza sociale e il clima di profondo disagio, urgente e necessario individuare le risorse necessarie a garantire la coperture a tutti i lavoratori impegnati da anni nei progetti Lsu-Lpu e a avviare le procedure per una loro stabilizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre × = 18