Tallini Domenico regione calabriaNota diramata dal capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, Domenico Tallini: “Delle due l’una: o l’ex vicepresidente del Consiglio regionale Ledda non legge i giornali oppure è incapace di riconoscere i meriti altrui. Premesso che nessuno a Catanzaro ricorda un solo intervento o una sola realizzazione legata al nome di Ledda, che pure per decenni ha ricoperto incarichi di alta responsabilità istituzionale, vogliamo solo sottolineare che l’esponente di SEL ha totalmente ignorato nella sua nota su Palazzo Fazzari che proprio all’Amministrazione Abramo si deve l’unico e serio intervento di recupero di parte dello storico immobile. Vogliamo ricordare all’on. Ledda che proprio di recente sono stati appaltati, e presto saranno consegnati, i lavori di riqualificazione del vasto appartamento (400 metri quadrati) posto agli ultimi piani del Fazzari. E’ stato il sindaco Abramo ad ottenere dalla Regione Calabria il comodato d’uso per dieci anni dell’immobile ed è stato lo stesso Abramo a “procurarsi” il finanziamento di 400mila euro per l’intervento.

Le opere consentiranno il recupero di tutti vani dell’appartamento, in entrambi i piani. Al secondo piano le sale esistenti saranno predisposte per utilizzi didattici ed espositivi. Gli interventi mirano al rifacimento della pavimentazione (che conserverà lo stile preesistente), la realizzazione di controsoffittature, il rifacimento dei servizi igienici, degli impianti elettrico e termo-idraulico e delle opere di illuminotecnica, l’installazione di arredi e complementi. Particolare attenzione verrà garantita al recupero delle murature e dei loro dipinti in ottemperanza alle prescrizioni della Sovrintendenza, che tuteleranno anche gli elementi architettonici presenti come i due camini antichi (uno classico, l’altro barocco), la scala in legno che collega i due piani, gli infissi interni ed esterni (che saranno completamente restaurati).

Non appena la Sovrintendenza avrà dato il suo parere definitivo, i lavori saranno consegnati e questa parte del Fazzari potrà presto essere utilizzata per fini culturali e sociali.

Cosa ha impedito a Ledda e al centrosinistra, nei lunghissimi anni che hanno governato Regione e Comune, di fare altrettanto ? Dia atto, con onestà intellettuale, a Sergio Abramo di essere stato il primo e l’unico a fare qualcosa di concreto per Palazzo Fazzari.

Per quanto riguarda la restante parte dell’immobile, tutti sanno – riteniamo anche Ledda – che si tratta di una proprietà privata. Ci indichi Ledda gli strumenti giuridici e soprattutto le risorse perché il Comune possa entrare nel possesso della parte privata. Solo facendo proposte concrete e supportate da risorse finanziarie dimostrerà di avere a cuore le sorti del Fazzari, altrimenti la sua sarà solo vuota propaganda politica”.