Sarà dedicata alla broncopneumopatia cronica ostruttiva e alla capacità di implementare comportamenti e programmi in grado di migliorare il governo del sistema l’interessante giornata formativa “La BPCO in Calabria: sostenibilità ed appropriatezza”, organizzata dall’unità operativa Formazione e Qualità dell’Asp di Catanzaro, diretta dalla dott.ssa Clementina Fittante.

L’evento, di cui è responsabile scientifico il dott. Massimo Calderazzo, direttore di Broncopneumologia del presidio ospedaliero “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme, si terrà venerdì 14 dicembre, con inizio alle ore 9:00 al T-Hothel di Feroleto Antico e vedrà la presenza di relatori prestigiosi come il Dott. Patrick Mallia, pneumologo, proveniente da Imperial College London e di altrettanto qualificati specialisti che arrivano anche da fuori regione, tra i quali il dott. Raffaele Scala, da Arezzo, il dott. Stefano Vianello, da Padova, il dott. Fausto De Michele, presidente AIPO (Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri) nazionale e il Prof. Serafino Marsico, Università Federico II di Napoli. Tra i relatori anche il direttore generale dell’Asp di Catanzaro, dott. Gerardo Mancuso.

Nella necessità di trovare un equilibrio tra aspettative di salute e risorse disponibili, come tra equità e autonomia regionale, si inserisce il tema dell’appropriatezza nel quale deve essere individuata una soluzione sostenibile sia dal punto di vista clinico, che organizzativo, che economico.

Per migliorare la qualità delle cure e il governo del sistema, si ravvisa la necessità di rivedere l’approccio di cura a partire dalla presa in carico da parte della medicina generale del paziente BPCO, affinché il cambiamento comprenda un’assunzione di responsabilità da parte di tutto il management sanitario.

Dunque la definizione di obiettivi chiari e raggiungibili, la condivisione delle conseguenze, la messa a punto del sistema informativo, la costruzione del modello di formazione rappresentano I presupposti del piano di azione, nel quale devono essere chiaramente contenuti gli elementi di fattibilità economico-finanziaria e organizzativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei × = 48