Due dirigenti dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro sono stati denunciati dalla Guardia di finanza per irregolarita’ nell’erogazione dei premi di produzione tra il 2008 e il 2010. Il danno erariale e’ calcolato in circa 7 milioni di euro. Anziche’ indirizzare i premi in base al raggiungimento degli obiettivi, come prevede la legge, le premialita’ sono state riconosciute ”a pioggia” a tutto il personale senza riferimento ai meriti dei singoli dipendenti.

 I finanzieri hanno scoperto che non era stato neppure istituito il nucleo di valutazione che avrebbe dovuto avere il compito di verificare l’operato dei dipendenti ai fini del riconoscimento del premio di produttivita’. La posizione dei due dirigenti e’ al vaglio della Procura regionale della Corte dei conti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 − = due