Partiranno la prossima settimana i controlli su tutto il territorio comunale sul corretto conferimento degli imballaggi di cartone da parte degli esercenti commerciali,case di cura e esercenti attività di macelleria e pescheria. Il comandante dei vigili urbani, gen Antonio Salerno, su imput del sindaco Sergio Abramo, ha infatti predisposto il servizio per verificare la corretta osservanza della comunicazione inviata lo scorso mese di luglio ai titolari di ogni singola attività, con la quale, si invitavano a “provvedere all’adempimento degli obblighi previsti dalla normativa in materia di conferimento degli imballaggi ed a trasmettere copia della convenzione stipulata al settore igiene del comune”.

Il sindaco, ha infatti, chiesto al Comando dei vigili urbani di verificare se il conferimento viene attuato secondo quanto previsto dall’art 9 del regolamento comunale che impone limiti di assimilabilità ai rifiuti urbani pertanto, in caso di produzione annua uguale o superiore a 1500 Kg, il titolare dell’esercizio commerciale, ha l’obbligo di stipulare apposita convenzione con soggetti autorizzati alla raccolta e trasporto dei rifiuti, nonché alla tenuta dei registri di carico e scarico. La staff che procederà alle verifiche coordinato dal maggiore Franco Basile, sarà composta da agenti della sezione ambiente e commercio. L’iniziativa si inserisce nella campagna avviata dall’amministrazione Abramo in tema di raccolta e conferimento rifiuti e nella salvaguardia dell’ambiente.

“La produzione dei rifiuti e il loro corretto smaltimento – ha sottolineato Abramo – si inseriscono, infatti, in un ambito che tocca temi che vanno dalla politica ambientale alla sostenibilità dei modelli di sviluppo, dalla salute pubblica alla sicurezza del lavoro. Si deve quindi puntare sulla raccolta differenziata alla fonte e sul riciclaggio. Penso che oggi la sfida non possa che ripartire da una raccolta differenziata efficiente ed organizzata. A mio avviso – ha concluso il Sindaco – la prima cosa che bisogna costruire, è la cultura della differenziata. E’ quanto ci siamo preposti ed è giusto che ognuno cominci a fare la sua parte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre × = 27