1110Anche nella Regione Calabria, giorno 28 marzo a Catanzaro, è stato costituito il Coordinamento Infermieri Dirigenti Società Scientifica (CID), alla presenza del Dott. Nicola Barbato, Segretario Nazionale e la Dott.ssa Mariagrazia Montalbano,Tesoriere.

A conclusione dei lavori congressuali sono stati eletti il Coordinatore Regionale il Dott. Pietro Lopez dell’ASP di CZ e due Vicecoordinatori: la Dott.ssa Caterina Puntoriero dell’ AOU Mater Domini e la Dott.ssa Luciana Rocca dell’ AO Pugliese-Ciaccio.

Il CID, ci riferisce il Dott. Lopez, è apartitico e non persegue scopi di lucro, si propone tra i molteplici obiettivi, il mantenimento delle finalità statutarie:

  • a. promuovere la progettazione, la sperimentazione e la verifica di innovativi modelli organizzativi, formativi e di strategie manageriali nonché tracciare linee guida per definire gli aspetti tecnici e organizzativi del management infermieristico;
  • elaborare proposte sul piano legislativo, contrattuale ed amministrativo, tese a valorizzare la Dirigenza Infermieristica;
  • individuare, costruire e gestire in proprio o in collaborazione con le istituzioni pubbliche e private, eventi di Educazione Continua in Medicina anche attraverso la metodologia della Formazione a Distanza;
  • promuovere i rapporti con i collegi e gli ordini professioni, le associazioni e le parti sociali;
  • promuovere la ricerca ed altre iniziative culturali e scientifiche con specifica attenzione ai problemi della programmazione, della gestione, della valutazione della qualità delle cure, dei servizi sanitari e della formazione infermieristica.

Durante questo primo incontro, è emersa la necessità di valorizzare e rendere maggiormente visibile anche in Calabria la Professione Infermieristica, all’interno delle Organizzazioni Sanitarie Pubbliche e Private, per come previsto dalla normativa nazionale vigente e già attuata nel resto del nostro Paese.

Il CID Calabria, si propone di ridiscutere e mettere a revisione alcune scelte precedentemente fatte come:

  1. i requisiti organizzativi di accreditamento per le strutture pubbliche e private nel SSR Regione Calabria relativamente al personale della Dirigenza infermieristica e del Coordinamento;
  2. protocollo d’intesa tra Università Magna Græcia e la Regione Calabria, relativo agli insegnamenti;
  3. garantire la presenza dell’Infermiere presso le UU.OO. di Cure Primarie e Farmacie;
  4. recepimento delle legge 251/2000 ( Dirigenza Infermieristica);
  5. Linee guida per la predisposizione degli atti aziendali del SSR, che contemplino il Dipartimento della Professione Infermieristica.

La Professione Infermieristica, conclude il neo Coordinatore Regionale, resta sempre a servizio della persona sana o malata, nel rispetto dei valori etici e morali della professione stessa a partire dall’articolo 32 della Costituzione Italiana, che garantisce e tutela la persona secondo una visione olistica dell’uomo e attraverso l’erogazione di prestazioni assistenziali appropriate ed efficaci in ospedale e al proprio domicilio.