Ho avuto il piacere di partecipare oggi al convegno su Giovani e Servizio Civile organizzato dal Comune di Vallefiorita. E’ stato un incontro ricco di spunti in merito ad una tematica molto vicina ai ragazzi della nostra regione e che riguarda la loro crescita professionale e il loro futuro.

Presenti il Sindaco di Vallefiorita Salvatore Megna, l’Assessore Responsabile del progetto di Vallefiorita Tonino Laugelli, l’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Girifalco Elisa Sestito, l’Assessore del Comune di Borgia Virginia Amato, i responsabili del Centro Studi Futura Enzo Zofrea, Carmelo e Francesco Cortellaro che si occupano in tutta Italia della promozione del Servizio Civile presso enti pubblici e aziende.

Il dibattito si è concentrato sull’importanza della certificazione delle “competenze informali” dei giovani, da aggiungere alle certificazioni scolastiche e accademiche come “carta in più” da spendere all’interno di un mercato del lavoro sempre più globalizzato e lontano dai vecchi stereotipi delle professioni tradizionali. Ho da subito sposato l’iniziativa perché credo che nei prossimi anni sarà sempre più importante il “saper fare”, la voglia di sperimentare e di cimentarsi in sfide sempre nuove, per ottenere un successo professionale.

Il Servizio Civile, in quest’ottica, può rappresentare una valida “palestra” per scoprire le proprie capacità, attraverso progetti al servizio della comunità guidati dalle amministrazioni pubbliche: assistenza agli anziani, cura del verde pubblico, digitalizzazione degli uffici, etc. Ho avuto, anche la possibilità di confrontarmi con i giovani di Vallefiorita, Borgia, Squillace, Girifalco e Amaroni che stanno svolgendo il Servizio Civile nei loro Comuni, ho condiviso le loro impressioni e le loro aspettative, ricevendo numerosi spunti per la mia azione politica.

Credo che il nostro dovere sia proprio questo, ascoltare e provare a conoscere in profondità le esigenze dei nostri ragazzi per riuscire a dare risposte adeguate e creare i presupposti affinchè le loro attitudini e le loro idee, anche le più ambiziose e innovative, possano realizzarsi in Calabria.