polizia34 messinaLa Squadra Mobile della Questura di Catania ha diffuso il seguente comunicato: <<Nell’ambito di un preciso piano di contrasto al fenomeno delle rapine in danno di autotrasportatori, reso indispensabile anche dall’imminenza delle festività di fine anno, la notte del 16 dicembre u.s., personale di questa Squadra Mobile ha tratto in arresto:

• Calogero Domenico (cl.1971);
• Discanno Luigi (cl.1972);
• Gulisano Antonino (cl.1971);
• Gulisano Mario (cl.1980),

perché responsabili, in concorso tra loro, di possesso di segni distintivi, contrassegni o documenti di identificazione in uso ai Corpi di Polizia. Il Gulisano Antonino, inoltre, guida di autoveicoli senza patente.

Personale della Sezione “Antirapine”, nei pressi della Banca d’Italia, operava un controllo di un’autovettura Fiat Brava con a bordo quattro soggetti, che avevano destato l’attenzione degli operatori. I quattro venivano pertanto identificati e risultavano tutti annoveranti numerosi e gravi precedenti per reati contro il patrimonio.

 Gli agenti operavano una attenta perquisizione nei confronti degli stessi e la estendevano anche all’autovettura, rinvenendo e sequestrando

• Nr.1 distintivo in metallo per segnalazioni manuali, comunemente denominato “paletta”, riportante la dicitura “Carabinieri” e logo della Repubblica Italiana

• Nr. 1 lampeggiante a magnete, di colore bleu, con cavo di connessione elettrico, identico a quello in dotazione alle auto “civetta” delle forze dell’ordine;

• Nr. 1 pistola a salve, priva di tappo rosso, perfetta riproduzione di una “Berretta” 92FS, di colore argento con inserito un caricatore privo di cartucce;

• Nr.1 passamontagna e dei guanti in lattice.

 All’interno dell’autovettura venivano, inoltre, rinvenuti numerosi arnesi atti allo scasso ed il conducente del mezzo, identificato per il citato GULISANO Antonino, veniva trovato sprovvisto di patente di guida, in quanto precedentemente revocata. L’auto, risultata priva di assicurazione, veniva sequestrata.

I quattro, pertanto, venivano tratti in arresto per il reato di possesso di segni distintivi in uso ai Corpi di Polizia e condotti presso la casa circondariale di Catania – Piazza Lanza a disposizione dell’A.G..>>