Premiati a Palazzo degli Elefanti i vincitori della seconda edizione del concorso “Amo Sant’Agata – la Vetrina più bella”, ideato e realizzato in occasione delle festività agatine dagli operatori degli esercizi commerciali ubicati lungo i percorsi del Fercolo. L’iniziativa è stata promossa dalle sigle di rappresentanza dei commercianti Cidec, Federmoda, Cna, Confcommercio, Confesercenti, dal CCN Etnea e dal Comune di Catania. Alla presenza del sindaco Raffaele Stancanelli, i premi-targa “Amo S. Agata” per le tre migliori vetrine sono stati assegnati dall’assessore alle Attività produttive Fabio Falco all’ Ottica Consoli s.r.l. di via S. Maddalena 43; dall’assessore al Centro storico Santi Rando alla Farmacia Bellomo della dott.ssa Carmela Letizia, sita in via Garibaldi 22; dalle Associazioni di Categoria alla Termoidraulica di Roberto Petrolo, sita in via Plebiscito 3. Hanno composto la giuria, che ha anche tenuto conto delle cartoline-voto del pubblico, i rappresentanti delle associazioni dei commercianti Alberto Sozzi (Cidec) e Lorenzo Costanzo (Cna) e, per il Comune, Margherita Cuscunà e Patrizia Giacalone. Presenti alla premiazione anche il direttore comunale delle Attività Produttive, Roberto Politano, e la presidente della Confesercenti Catania, Enza Lombardo. Nel corso dell’incontro, inoltre, il presidente del Centro Commerciale Naturale Etnea, Domenico Ferraguto, ha premiato il fotografo Francesco Raciti, che ha contribuito con altri 11 fotografi al successo dell’iniziativa collaterale al concorso, incentrata su scatti fotografici amatoriali relativi a momenti emozionali della festa. Le foto fanno parte della photogallery visionabile alla pagina facebook del CCN Etnea.

“Catania si fa bella con la partecipazione di tutti –ha detto il sindaco Stancanelli– e l’interessante iniziativa dei commercianti catanesi, che ho subito condiviso con simpatia, contribuisce ad accrescere l’attenzione verso una festa, quella di Sant’Agata, che è espressione di tutta la città. Questo evento è un ulteriore piccolo passo in avanti lungo il percorso di rinascita che trova nella spirito di collaborazione e partecipazione attiva il suo motore principale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


6 + nove =