polizia macchine1Fermo contrasto all’illegalità diffusa e a tutte quelle condotte in grado di concorrere al degrado della qualità della vita urbana.  E’ questo, in sintesi, il criterio ispiratore di un’articolata operazione di prevenzione pianificata dal Questore di Catania Salvatore Longo in sintonia con le decisioni prese in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Sulla scorta di un’attenta osservazione dei vari ambiti d’intervento, coordinando personale dei Carabinieri, dalla Guardia di Finanza e della Polizia locale, sono stati previsti, nell’ottica d’una efficace razionalizzazione delle risorse umane e materiali, servizi di controllo “dedicati” in tutte le aree urbane ove operano posteggiatori abusivi, lavavetri e venditori ambulanti (e non) privi delle prescritte licenze.

La suddetta pianificazione contempla anche le sale-giochi, le agenzie per le scommesse nonché i pubblici esercizi.

Tali servizi sono destinati ad aggiungersi a quelli ordinari di controllo del territorio e, a seconda delle esigenze di volta in volta emergenti, prevedono l’impiego di tutte le articolazioni e le specialità della Polizia di Stato: i Commissariati Sezionali, la Squadra Mobile, la Divisione Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione nonché l’UPGSP nelle sue componenti, precisamente la Squadra Nautica e il Reparto a Cavallo, destinate a intervenire per contrastare la vendita di prodotti ittici la cui pesca è vietata nonché le condotte illecite in danno di animali.

E’ già possibile apprezzare i positivi risultati conseguiti fin dai giorni scorsi, dei quali è di seguito riportato un primo, sintetico bilancio:

in vari incroci nodali, sono stati identificati otto cittadini extracomunitari che svolgevano attività di “lavavetri”: quattro sono stati espulsi;

sono stati sanzionati venti posteggiatori abusivi: tra loro un noto pregiudicato e sei extracomunitari che sono stati fermati per accertamenti sull’identità e sulla regolarità della presenza sul territorio nazionale.

Grazie ai controlli eseguiti presso numerose agenzie per le scommesse e sale giochi:

sono state denunciate all’A.G. due persone per esercizio di scommesse abusive;

una persona è stata contravvenzionata per somministrazione abusiva di alimenti e bevande;

una agenzia è stata sottoposta a sequestro penale;

una apparecchiatura telematica per le scommesse è stata parimenti sottoposta a sequestro penale;

sono stati sequestrati undici giochi elettronici privi di “nulla osta” e sono stati elevati al gestore della sala altrettanti verbali di illecito amministrativo.

I controlli sono stati estesi a tredici esercizi pubblici e dodici sono stati i gestori sanzionati a vario titolo, soprattutto per violazione della normativa riguardante l’occupazione di suolo pubblico.

Tra i prodotti merceologici sequestrati poiché formanti oggetti di commercio abusivo si segnalano: 85 cd e dvd; 1141 film riprodotti in violazione delle norme sul diritto di autore; accessori per cellulari (671 cover, 20 caricabatteria, 6 auricolari); 62 portafogli in pelle con marchi contraffatti; 4 marsupi; 34 paia di occhiali riproducenti modelli di Case famose; scarpe (in corso di inventario, data la notevole quantità) e ben 300 paia di calze. Sono state elevate le contravvenzioni del caso.

L’attuale percorso di prevenzione voluto dal Questore Longo non prevede semplici interventi settoriali ove le criticità appaiono maggiori, ma costituisce un vero e proprio progetto strategico permanente rivolto alla tutela della qualità della vita urbana in stretta connessione con il “contrasto di prossimità” all’illegalità socio-economica in tutte le sue variegate declinazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 × tre =