polizia arrestoLo scorso 25 febbraio, personale della Polizia di Stato ha arrestato in flagranza di reato i catanesi Fichera G. di anni 29 e Cardì. S. A. di anni 39 per furto aggravato

In particolare, personale della Sezione Polizia Ferroviaria di Catania, a seguito di una segnalazione al 113 fatta da un cittadino di un possibile furto in corso si portava presso la dismessa stazione Ferroviaria di San Martino Piana.

Giunti sul posto ed escludendo che si trattasse di furto di rame, nella stradina che porta al citato impianto ferroviario, si trovavano, stranamente posteggiati, un furgone Ford ed una vettura Renault.

Sorgeva, pertanto negli operatori, il sospetto che qualcuno stesse rubando negli agrumeti confinati con le ferrovie; infatti, riuscivano a cogliere nella flagranza del furto il FICHERA, mentre tre complici, abbandonavano sul posto la refurtiva costituita da mandarini tardivi.

Nel frattempo lo stesso personale, si accorgeva che un altro malfattore stava accingendosi ad uscire da un altro giardino con un grosso sacco di juta pieno di arance. Lo bloccavano e, identificato per il sopra citato CARDI’, veniva anche lui posto in stato di arresto.

Seppur singolare la coincidenza, gli accertamenti hanno permesso di escludere la complicità dei due e la netta separazione fra i due eventi delittuosi.

I proprietari dei rispettivi agrumeti, si sono ritrovati nella circostanza a sporgere denuncia per due eventi diversi ma accomunati dalla stessa difficoltà, cioè garantire l’integrità dei loro raccolti presi di mira da individui che per pochi denari vanificano il lavoro di un intero anno.

Ancora una volta infine, emerge come importantissima sia la collaborazione dei cittadini che hanno permesso alla Polizia di Stato di assicurare alla giustizia responsabili di delitti forse non gravi, ma di certo preoccupanti per chi lavora la terra e da essa cerca onestamente di ricavare il sostentamento per le loro famiglie