alzheimerE’ il tema dell’Alzheimer a imprimere domani una forte valenza sociale al cartellone “Percorsi d’autunno” promosso dall’assessorato comunale ai Saperi e alla Bellezza condivisa retto da Orazio Licandro.

Alle 21 il palcoscenico di Castello Ursino è tutto per “Parole Mute”, una testimonianza sull’Alzheimer, di e con Francesca Vitale. Si tratta di un intenso atto unico in cui la storia vera di un malato si riflette nel toccante racconto della figlia. Lo spettacolo si compone di 17 quadri, scanditi da contributi musicali con al pianoforte Alberto Alibrandi. Ad arricchire la scena, le suggestioni vocali (registrate) degli attori Paolo Bonacelli e Ottavia Piccolo e le immagini di un video carico di ricordi, fotografie, fantasie. “Parole Mute” ha debuttato al Teatro dei Filodrammatici di Milano ed è già stato insignito del Premio Enriquez. Va in replica, sempre nel Castello di piazza Federico di Svevia, venerdì alle 21. L’ingresso è a pagamento.

L’evento di Castello Ursino è preceduto alle 19, nella Chiesa monumentale di San Nicolò l’Arena, da un incontro culturale corredato di momenti musicali. L’Istituto superiore di studi musicali “Vincenzo Bellini” in collaborazione con l’Associazione culturale “Giuseppe Serassi” di Guastalla (RE) presenta il volume “Donato del Piano e l’organo dei Benedettini di Catania”, a cura di Luciano Buono e Giovanni Paolo Di Stefano, che contiene saggi e ricerche di numerosi studiosi: Luciano Buono, Diego Cannizzaro, Giovanni Paolo Di Stefano, Maria Rosaria Grillo, Maurizio Isabella, Giusy Larinà, Gianluca Libertucci, Enrico Mascioni, Dario Miozzi, Francesco Oliveri, Luigi Ferdinando Tagliavini, Pietro Valguarnera, Piera Vigo. Il volume illustra lo strumento, il contesto musicale e culturale nel quale esso vide la luce e le vicende dell’impegnativo restauro di alcuni anni fa. Nel corso della presentazione saranno eseguite pagine di musica all’organo di Donato del Piano.