Scatta la zona rossa nelle giornate festive e prefestive di questa pasqua blindata e scattano anche i controlli per il rispetto delle prescrizioni che, a norma nel recente Decreto “antipandemia”, precludono la possibilità di passeggiate fuori porta o di acquisti dell’ultimo momento.

Il Questore di Catania, in seguito a quanto stabilito in sede di comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura, ha emesso una corposa ordinanza nella quale vengono disposti e coordinati i servizi di vigilanza che, impegnando tutte le Forze dell’Ordine, l’Esercito e la Capitaneria di Porto, “cintureranno” tutta l’area urbana catanese, comprese le spiagge, allo scopo di garantire l’esatta osservanza della zona rossa.

Controlli sono stati disposti anche in ambito ferroviario e aeroportuale, dove le Specialità di Frontiera della Polizia di Stato vigilano sugli spostamenti fuori comune e fuori regione; in ambito aeroportuale sono state acquisite ben 840 autocertificazioni.

La sicurezza in città è assicurata dalle Volanti che incessantemente svolgono la loro attività di controllo del territorio, ad esse si sono affiancati 16 equipaggi della Polizia di Stato, comprendenti personale delle diverse articolazioni della Questura e delle Specialità, e contingenti del X Reparto Mobile, opportunamente schierato.

L’Ordinanza questorile scandisce con precisione l’impiego delle diverse Forze di polizia che concorrono ai controlli: Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito, Capitaneria di Porto e Polizia Locale, coordinandone la disposizione dei moduli operativi sul territorio, di modo che possa realizzarsi una perimetrazione della città, grazie anche ai presidii di accesso e di uscita al centro urbano.

Nella sola giornata di Pasqua, la Polizia di Stato ha verificato gli spostamenti di ben 237 persone, acquisendo 137 autocertificazioni. Le persone sanzionate sono state 3. Tra i 14 esercizi pubblici posti a controllo, il titolare di uno è stato controllato e, inottemperante alle misure restrittive, è stato sanzionato e chiuso.

La disposizione dell’Autorità di pubblica sicurezza ha interessato anche i centri della provincia, dove hanno agito i Commissariati Distaccati di Acireale, Caltagirone e Adrano e le competenti articolazioni dell’Arma. In queste aree, la Polizia di Stato ha disposto l’impiego di 15 equipaggi, alcuni dei quali precipuamente dedicati ai controlli antiCovid.

I controlli sono stati previsti in maniera analoga anche nell’odierna giornata di Pasquetta e proseguiranno fino a tarda sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


cinque − = 3