Nella nottata di ieri, personale dell’U.P.G.S.P. ha arrestato i pregiudicati B. C. (37 anni) e S. M.(25 anni), entrambi responsabili di furto aggravato.  Intorno alle ore 05:00, durante il normale servizio di controllo del territorio una Volante, transitando in questa Via Platania, notava due autovetture in movimento che essendo a fari spenti, destavano sospetto negli operatori di Polizia. Peraltro, ad un certo punto, il conducente di uno dei due veicoli scendeva dall’autovettura per salire a bordo dell’altra.

 Nel contempo, le due persone, accortesi della presenza degli operatori di Polizia, tentavano di fuggire per le vie del quartiere San Cristoforo, ma venivano bloccate e, successivamente, identificate.

 La perquisizione effettuata all’interno dell’autovettura permetteva di rinvenire numerosi arnesi atto allo scasso, 12 chiavi adulterine e una centralina elettrica.

 Visto l’esito della perquisizione, ritornavano nel luogo ove erano stati notati inizialmente i due soggetti ed accertavano che l’auto abbandonata aveva il finestrino-deflettore anteriore rotto, il quadro accensione manomesso e che la stessa risultava essere stata asportatata, poco prima, in Via Grotta Magna.

Da un ulteriore attento controllo effettuato nello stesso luogo, venivano rinvenute, regolarmente parcheggiate, altre tre autovetture manomesse e da ricercare perché oggetto di furto.

 Per quanto sopra i due fermati, accompagnati in Questura, venivano dichiarati in arresto per furto aggravato di autovettura e denunciati anche per ricettazione. Su disposizione dell’A.G., venivano trattenuti presso le locali camere di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei × 8 =