polizia21Nel corso di servizi appositamente predisposti per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti, la Squadra Mobile ha effettuato alcune perquisizioni domiciliari.  In questo contesto, nella mattinata di ieri, è stato tratto in arresto:

 • F. F. G. – (cl.1969), per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

La Squadra Mobile ha proceduto a perquisizione domiciliare presso la residenza dell’ F. F. G., il quale, alla vista degli operatori di Polizia, ha tentato di darsi alla fuga dal retro dell’abitazione ma è stato prontamente bloccato.

F. F. G. portava con sé un sacchetto in plastica al cui interno sono stati rinvenuti e sequestrati quattro involucri in cellophane, contenenti complessivi gr. 400 circa di cocaina, nonché un bilancino di precisione.

La perquisizione eseguita all’interno dell’abitazione ha consentito di rinvenire altri involucri vuoti con tracce di cocaina e due corpetti antiproiettile.

L’uomo è stato associato presso il carcere di piazza Lanza a disposizioni dell’A.G.

 * * ** * * * * * * * * * * * *

Nella serata di ieri, altro personale ha tratto in arresto:

• M.A. – (cl.1970) pregiudicato, già sottoposto agli arresti domiciliari,

• S.O. – (cl.1951) pregiudicato,

 per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina e spaccio della medesima.

 A seguito di mirati servizi effettuati nel rione di San Berillo Nuovo era stato osservato un andirivieni sospetto di giovani che diventava più assiduo nei weekend.

Nella serata di ieri, sono stati fermati e controllati alcuni giovani trovati in possesso di pippotti di cocaina che in maniera univoca dichiaravano di avere acquistato da tale Toni presso uno stabile del citato rione. Gli operatori decidevano di eseguire perquisizione domiciliare all’interno dell’abitazione di M.A. e al momento dell’accesso S.O tentava di disfarsi della cocaina gettandola nel piatto doccia; gli operatori riuscivano a recuperarne una dose mentre l’altra andava dispersa. All’interno dell’abitazione veniva rinvenuto e sequestrato materiale per il confezionamento della droga, nonché la somma di euro 690,00 ritenuta provento dell’illecita attività di spaccio.

I due, legati da rapporto di affinità, sono stati associati presso il carcere di piazza Lanza a disposizioni dell’A.G.