I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Palermo, unitamente al personale del Comando Carabinieri NAS hanno denunciato in stato di libertà B. M. , palermitano, classe 1978, poichè all’interno di un capannone di sua proprietà, sito in  via Pescia, sono state rinvenute carni conservate in cattive condizioni igienico-sanitarie.

In particolare, all’interno dell’area ispezionata dai Carabinieri vi era un casolare di campagna allo stato rustico, dove era stato ricavato un box in muratura per il ricovero di animali e, nella zona antistante allo stesso, vi era un altro ambiente dove si trovava installato un congelatore a pozzetto, contenente svariati alimenti del tipo carni avicole, agnello, nonché interiori quali “stigghiole” e prodotti ittici.

Gli alimenti menzionati risultavano essere conservati in precarie condizioni igienico-sanitarie infatti, gran parte dei prodotti risultavano bruciati dal freddo e contaminati da residui di alimenti precedentemente congelati.

 

Nel corso della medesima attività, in un appezzamento di terreno adiacente al locale, il denunciato custodiva diversi animali che saranno sottoposti ad accertamenti sanitari a cura dell’A.S.P. di Palermo – Dipartimento di Prevenzione Veterinario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × = sessanta tre