PD1Il circolo E. Biagi di S Pietro a Maida, durante i lavori di una riunione svoltasi nei giorni scorsi, ha espresso la più viva soddisfazione per la partecipazione di un suo iscritto, il segretario provinciale dei giovani democratici Domenico Giampà alla corsa per la guida della segreteria provinciale del PD; a tale proposito ha diffuso il seguente comunicato: <<Il circolo E.Biagi di S Pietro a Maida esprime grande soddisfazione ed entusiasmo per la partecipazione di Domenico Giampà al confronto congressuale che dovrà eleggere il nuovo segretario provinciale del Partito Democratico.

Particolarmente apprezzate sono molte delle idee contenute nelle mozione congressuale “ Azione Democratica “ presentata da Giampà, che non solo mette in rilievo le “ prime emergenze “ della nostra terra: – Disoccupazione giovanile, trasporti locali, sanità, dissesto idrogeologico, criminalità – e propone linee d’intervento concretee pragmatiche, ma rivolge una particolare attenzione e un occhio critico a ciò che dovrà essere l’organizzazione della vita interna del partito che dovrà avere un ceto politico completamente rinnovato e la capacità di premiare la generosa militanza di tanti dirigenti, segretari di circoli, militanti, spesso in prima linea con disinteresse e passione.

Un partito che dovrà operare con decisione per abbattere i costi della politica per ridurre la distanza tra ceto politico e cittadini; un gruppo dirigente che dovrà rendere sempre più trasparente la gestione dei bilanci del PD e di tutte le sue rappresentanze nelle assemblee elettive a tutti i livelli e che dovrà provvedere ad una redistribuzione delle risorse finanziarie ad ogni realtà territoriale a cominciare dai circoli attuando un vero e proprio “ federalismo delle risorse “.

Un partito , infine, che dovrà prevedere definitivamente l’”incompatibilità piena ed insuperabile tra ruoli politici ( dirigenti di partito ) e ruoli istituzionali ( sindaco, assessore, consigliere, presidente ) e dovrà applicare in maniera intransigente il “codice etico “, al fine di incoraggiare comportamenti trasparenti e virtuosi.

Questa candidatura rappresenta senza ombra di dubbio, oltre che un grande motivo di orgoglio di tutto il circolo, sicuramente un enorme valore di novità, di discontinuità rispetto al passato e un notevole elemento di freschezza di idee e di proposte che, rompendo con schemi e tatticismi ormai logori, possono, allontanando malumori e disaffezione, creare nuovo entusiasmo e partecipazione democratica di iscritti e militanti alla vita del Partito.>>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


7 − = sei