Non sono bastate la buona volontà e la determinazione dell’undici mamertino sceso in campo al gran completo per tentare d’imporsi sulla capolista Savona, perché l’assenza degli allenamenti settimanali ed il mancato pagamento degli stipendi delle passate mensilità risalenti al mese di agosto hanno pesato molto sull’andamento del match. Ad aggravare la situazione ci ha pensato anche la Commissione Spettacoli della Questura peloritana, che ha deciso di inibire l’ingresso al pubblico allo stadio «Grotta Polifemo».

Per la cronaca i rossoblù hanno mantenuto il risultato ad occhiali per tutta la prima metà del tempo giocando in maniera energica e disinvolta, ma già al primo minuto della ripresa hanno dovuto capitolare: infatti la rete in apertura di Virdis è stata la «doccia fredda» perché i calciatori milazzesi, non avendo tutti i novanta minuti nelle gambe, non hanno saputo reagire alla rete avversaria.

A fiaccare ulteriormente gli animi è sopraggiunta la seconda rete al 34’, allorquando l’incertezza di Strumbo su Virdis ha indotto il portiere Previti ad atterrare l’attaccante ospite con un fallo sanzionato subito dall’arbitro col penalty e l’espulsione dell’estremo difensore mamertino: dal dischetto Virdis ha raddoppiato, mentre senza storia è maturato il terzo gol segnato nel recupero da De Martis, che ha battuto sulla diagonale sinistra il portiere Ricci. Le squadre hanno schierato le seguenti formazioni:

 Milazzo (4-2-3-1): Previti, Campanella, Cancelloni, Strumbo, Salustri (34’ s.t. Ricci), Simonetti (10’ s.t. Calcagno), Evola, Mignogna, Lewandowski, D’Amico, Cartone (16’ s.t. Dama). A disposizione: Santini, Petrucci, Candia Canete, Francesa Guerra. All: La Spada.

Savona (4-4-2): Aresti, Belfiore (24’ s.t. Taino), Miale, Marconi, Carta, De Martis (48’ s.t. Cantatore), Agazzi, Quintavalla, Cattaneo (20’ s.t. Gallon), Virdis, Romero. A disposizione: Gozzi, Antonelli, Baglione, Rocca. All: Corda.

Arbitro: Morreale di Roma (assistenti: Amato di Castellammare di Stabia e Curatoli di Napoli)

Reti nel secondo tempo:  1’ e 35’ (rig.) Virdis, 47’ secondo tempo De Martis.

Note partita a porte chiuse per decisione della Commissione di vigilanza sui pubblici spettacoli.

Espulsi il tecnico ospite Corda e dalla panchina Petrucci (M). Al 34’ s.t. Previti (M).

Ammoniti:  Aresti, Marconi, Salustri, Strumbo. Angoli 9-2 per il Savona. Recuperi: 1’ e 5’.

 Foti Rodrigo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


1 × = nove