VIDEO/FOTO – Il Guardavalle non “ guarda” nessuno in faccia. La marcia continua inarrestabile nonostante il cammino sia intriso di tagliole e trappole di ogni genere. Riesce a superare un buon Roccella persino in inferiorità numerica a causa di una “esagerata” espulsione di capitan A. Riitano. Tutti noi conosciamo il valore e l’importanza di questo giocatore nello scacchiere dell’esperto mister Calabrese ed abbiamo temuto il peggio. L’allenatore, in tribuna per squalifica, come un generale che guarda dall’alto l’evolversi della “battaglia” decide di cambiare assetto tattico  costringendo i centrocampisti  a far gli straordinari per dar man forte alla difesa. I ragazzi seguono alla lettera le disposizioni strategiche del mister non trascurando la fase offensiva con rapidi contropiedi che mettono sovente in apprensione la difesa avversaria. La sospirata vittoria giunge in pieno recupero su un rigore concesso dall’arbitro torinese Spolore che ha ritenuto volontario un fallo di mano del roccellese Saffioti. Il penalty viene battuto da Papaleo che nell’occasione ha mostrato una freddezza da grande campione spiazzando il pur bravo Occhiuzzi con un rasoterra alla sua sinistra. Tripudio sia in campo che fuori per una vittoria giunta in pieno recupero.

La dirigenza ha costruito una squadra forte in ogni reparto con giocatori che si adattano a tutte le circostanze ed emergenze. Prova ne sia che la punta Staglianò, dopo il rosso di Riitano, si piazza a  centrocampo distribuendo palloni come fosse il Pirlo della situazione. Ma non bastano i grandi giocatori, da soli e senza guida sarebbero facilmente vulnerabili. Al timone, per fortuna, c’è l’esperto mister Calabrese che conosce benissimo i suoi ragazzi, sa disporli in campo,  sa cambiare i ruoli e quel che più conta sa leggere, come pochi, la partita in corso.

La classifica parla chiaro, il Guardavalle (14) si trova in mezzo alle grandi favorite di questo campionato: la Nuova Gioiese (16) ed il Rende (13). La prima ha vinto faticando non poco con il Soverato (prossimo avversario) ed i rendesi, che sono stati affrontati domenica scorsa sfiorando una clamorosa vittoria, sono andati a vincere su un campo difficile come quello di Catona. Poco più indietro “succhiano la ruota” due squadre che  non mollano: il Sersale (12) e il Calcio Acri (11).

La prossima giornata di campionato si prevede una trasferta difficilissima in quel di Soverato che, proprio con la capolista Nuova Gioiese, ha mostrato notevoli segni di ripresa. Il “mago” Calabrese molto probabilmente non  potrà disporre di A. Riitano ma siamo sicuri che dal suo cilindro non usciranno i classici  conigli ma undici leoni pronti ad “azzannare” e portare a casa un risultato positivo. (GB)

(Foto e Video Riprese di Giuliano Lanciano)

Un pensiero su “Calcio. Guardavalle rivelazione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


tre − 2 =