fc messinaI sostituti procuratori di Messina Fabrizio Monaco, Francesca Ciranna e Maria Pellegrino, il sostituto della Dda, Vito di Giorgio, nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione e il fallimento dell’Fc Messina, hanno chiesto il rinvio a giudizio per i fratelli Pietro e Vincenzo Franza, gia’ presidente e videpresidente della societa’ giallorossa; di Domenico Santamaura, presidente del collegio sindacale del club; di Carmelo Cutria e Stefano Galletti, componenti il collegio sindacale; di Francesco Cambria, presidente del Cda della Cofimer Spa. L’accusa a vario titolo e’ di bancarotta fraudolenta, distrazione di fondi e false comunicazioni sociali. Chiesto il rinvio a giudizio anche per la societa’ Mondomessinaservice Srl. Secondo la magistratura, i fratelli Franza avrebbero inserito nel bilancio del 2005 dati falsi tra le componenti positive di reddito, tra i quali un contributo in denaro versato dalla lega calcio per 5 milioni, occultando cosi’ perdite per 2,5 milioni. La procura sta indagando anche sui rapporti economici tra l’Fc Messina e societa’ satellite come Mondomessina srl, Cofimer srl, Eta Beta e Locates spa. Questi sodalizi, secondo l’accusa, avrebbero agevolato distrazioni di fondi e l’incremento del dissesto societario mediante restituzione di denaro.

Strill.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sei − 2 =