Attacco dell'ASD Città di MilazzoChiamata a raccogliere il testimone della SS Milazzo, retrocessa lo scorso anno dalla Seconda Divisione e non iscrittasi ad alcun torneo dilettantistico, la A.S.D. Città di Milazzo sta ben figurando nel girone B di Promozione: prova ne è la gara disputatasi al «Grotta Polifemo», in cui ha superato agevolmente la modesta Fiumefreddese, permettendole di posizionarsi al secondo posto in classifica alle spalle dello Sporting Taormina.

Già al termine della prima frazione i padroni di casa maturano un perentorio tre a zero, che non lascia adito ad alcun dubbio circa la padronanza del terreno di gioco, nonostante dopo i primi minuti del match il centrale difensivo Addamo è stato costretto all’avvicendamento per problemi al ginocchio con Miroddi. Scelta vincente del trainer Gaetano Accetta, poiché il neo-entrato ha firmato la prima rete all’ottavo minuto su una respinta del palo su incornata di Torre. Al ventiduesimo Micale sferra dal limite dell’area di rigore un fendente, che fa distendere il portiere etneo Sommese costretto a respingere, ma l’ivoriano Hien sigla la seconda rete con un agevole tap-in. Al trentunesimo lo stesso riconquista una palla sulla linea di fondo, dribbla il portiere avversario e fa un assist a Bartuccio, che viene anticipato da un difensore. L’attaccante rossoblu tuttavia riesce a riscattarsi allorquando al quarantatreesimo da oltre trentacinque metri realizza una parabola su calcio di punizione, la cui traiettoria stupisce Sommese, costretto a vedere la sfera alle sue spalle. Nel secondo tempo l’iniziativa è bene salda ai mamertini ed al cinquantaquattresimo Hien è atterrato in area e sul penalty assegnato dall’arbitro Torre trasforma con un tiro rasoterra angolato. La Fiumefreddese si fa vedere soltanto al cinquantaseiesimo con un tiro di Leonardi rasentante al palo.

Il Città di Milazzo, riprendendo in mano il gioco, ha proiettato in contropiede Bartuccio, ma Sommese respinge; la palla arriva fra i piedi di Hien, ma il suo doppio tiro si conclude con un nulla di fatto. Al settantesimo Torre segna, ma il guardialinee segnala l’off-side. Al settantaseiesimo Sommese si supera volando sulla sinistra neutralizzando un tiro velenoso di Miroddi. All’ottantacinquesimo la Fiumefreddese trasforma il gol della bandiera grazie ad un tiro centrale di Romano dai venticinque metri, che colpisce la parte interna della traversa e si insacca, vedendo il portiere milazzese Catalfamo fuori dai pali. Lo scorcio finale è un susseguirsi di incursioni rossoblu senza note apprezzabili. La vittoria è un passo progressivo verso la vetta distante ormai soltanto due punti.

 CITTÁ DI MILAZZO: Catalfamo; Salmeri, Fleri; Rizzo, Addamo (5’ Miroddi), Parisi C.; Bartuccio, Micale (77’ Vento), Torre (71’ D’Angelo), Romeo, Hien. A disp: Bucca, Iovine, Lena, Maisano. All. Accetta.

 FIUMEFREDDESE: Sommese; Lo Nardo (46’ Dumitrascu), Moise; Forzisi, Petralia, Vecchio (54’ Stagnitta); Finocchiaro Mar., Leonardi, Mirabelli, Romano, Bonomo (77’ Russo). A disp: Finocchiaro Mich., Parisi G., Ciatto, Luca. All. Bucciarelli (squalificato, in panchina Gagliardotto).

Reti: 8’ Miroddi, 22’ Hien, 43’ Bartuccio, 54’ rig. Torre, 85’ Romano.

Arbitro: Bonaccorso di Catania (assistenti: D’Antona e Avolio di Catania).

Note: Ammoniti Fleri, Lo Nardo, Petralia, Finocchiaro Mar. Spettatori 300 circa

Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 4 = venti quattro