Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti ha inviato una lettera al Viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Mario Ciaccia riguardo i fondi destinati al porto di Gioia Tauro. “Apprendiamo dalla stampa – ha scritto il Presidente Scopelliti – che sulla ripartizione dei fondi sui porti, su 82 milioni solo 3,1 sono state destinate alla tasse di ancoraggio per Gioia Tauro. A tal proposito ti sollecito una rivisitazione di tali importi per avere la possibilità di aumentare il plafond calabrese. Inoltre, nel mese di settembre, è stata portata all’attenzione dei competenti uffici del Dicastero da te diretto, un progetto che potrebbe dare respiro alla grave crisi in cui versa il Porto di Gioia Tauro. Fino al 2008 – ha proseguito Scopelliti – il porto di Gioia Tauro è cresciuto oltre le aspettative iniziali grazie soprattutto al successo del transhipment ma dal 2009, anno della crisi globale, è arrivato un brusco stop al traffico con una importante riduzione dei volumi”.

Il Presidente Scopelliti ha evidenziato la fortissima concorrenza da parte dei porti del Nord Africa nonostante situazioni di instabilità politica, ribadendo la necessità di “creare nell’area di Gioia Tauro le condizioni per lo sviluppo di quello che può essere definito e configurato in diversi modi (retro porto, distretto logistico, zona di attività logistica…), comunque un territorio delimitato in cui in aggiunta al porto nascano e si sviluppino iniziative economiche sia di natura logistico-distributiva che di natura industriale”.

“La proposta già inviata, e tra l’altro, inclusa nella mozione presentata dai parlamentar calabresi lo scorso ottobre – ha aggiunto il Presidente Scopelliti – prevede la istituzione di una Zona Economica Speciale (ZES), ovvero una zona di attività logistica allargata, separata comunque dal territorio comunitario, in cui esistano condizioni realmente incentivanti per gli investitori. L’idea alla base è quella di stimolare una rapida crescita economica dell’area, aiutata, peraltro dalle misure che la Regione Calabria ha già riservato e vincolato all’interno di un importante APQ, su un modello di sviluppo già pubblicamente approvato dall’Europa”.

“Ti sollecito pertanto – ha concluso il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti nella missiva inviata al Viceministro Ciaccia – l’opportunità di approfondire in sede governativa la questione con l’attivazione di un urgente tavolo tecnico”. p.m.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− uno = 8