157562888_10220890497465066_1036517987910709930_oE sono 4, il poker è servito! Un Bovalino calcio a 5 scatenato e dirompente in ogni reparto ha la meglio nei confronti della diretta concorrente per la salvezza, la Gear Siaz di Piazza Armerina (6-2 il risultato finale). La squadra siciliana era scesa al Pala La Cava con l’intento di vender cara la pelle, ma alla foga agonistica dei padroni di casa ha resistito solo per un tempo (1-1), poi il buio. E’ stata una prova maiuscola, quella degli amaranto, una prova quasi perfetta sotto ogni punto di vista: concentrazione, determinazione, agonismo e concretezza sotto porta. Una prova che ha confermato, se ce ne fosse ancora bisogno, le buone cose viste in questo scorcio di campionato.

Gli amaranto del Presidente Vincenzo Scordino scendono sul parquet con il coltello tra i denti, animati da una grande voglia di conseguire subito l’intera posta in palio, infatti tanta è la voglia di vincere al fine di poter mettere un altro mattoncino per quella salvezza che ora sembra più vicino e raggiungibile. A dare una mano al BC5 (20 punti e quart’ultimo posto in classifica) ci pensano anche le dirette rivali (Cataforio, Orsa Viggiano, Melilli e New Taranto) che perdono i rispettivi incontri rimanendo così fermi al palo. Il primo tempo è stato vinto ai punti dai padroni di casa, ma il risultato è stato soltanto di parità 1-1, frutto di tante occasioni sbagliate di un soffio dai padroni di casa e della rete segnata a pochi minuti dal termine dagli ospiti grazie all’unico  svarione difensivo della partita del BC5.

157660785_10220890498825100_7335246863388438137_oNella ripresa è tutta un’altra musica…e che musica! A salire in cattedra è il quintetto jonico reggino che con una prova superlativa mette al muro gli avversari che pure si erano avvicinati sul 3-2, poi una netta accelerazione di Arthur (splendida la sua prestazione) e compagni fa terminare l’incontro sul 6-2 dando il via al tripudio dell’intero staff dirigenziale che si protrae fino negli spogliatoi. Al termine dell’incontro, mister Venanzi, si è detto molto felice della prova dei suoi ed ha elogiato soprattutto la panchina che gli offre sempre le alternative giuste per poter sopperire alle eventuali difficoltà. “Sono tutti ragazzi eccezionali, che vivono ogni incontro come se fossero sempre in campo, ed incitano i compagni dall’inizio alla fine, è questo il gruppo che volevo e che ora mi sta regalando splendidi momenti ed i risultati, tutto sommato, ci confortano. Dopo la sconfitta di Messina è stata tutta un’altra cosa, ci siamo guardati in faccia ed abbiamo buttato il cuore oltre l’ostacolo ed oggi siamo contenti di quello che stiamo ottenendo per noi, per la società e per i nostri tifosi”

downloadEuforia anche sui social, questo che riportiamo di seguito è il post pubblicato sulla pagina ufficiale della società amaranto: “Al Pala La Cava non si passa, quarta vittoria consecutiva, la GEAR va KO. Come sempre, quando c’è da lottare, gli amaranto tirano fuori il fuoco che sin dalla fondazione anima la nostra maglia, sfoderando una prestazione d’acciaio al cospetto di un avversario ostico e combattivo. Gara tosta, è vero, ma la sua naturale evoluzione è a senso unico. Finisce 6 a 2, con un secondo tempo letteralmente da urlo. A segno per noi: Martino (2), Arthur (2), Caruso (2). Questi ragazzi stanno dimostrando di meritare la Serie A, umanamente e sportivamente. La permanenza è sempre più vicina, continuiamo così!” Le reti degli ospiti sono state realizzate entrambe da C. Cosano, la prima nel primo tempo e la seconda nella ripresa.

Pasquale Rosaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 − due =