“Non dobbiamo abbassare la guardia e dobbiamo dimostrare grande senso di responsabilità per evitare un innalzamento ulteriore dei casi che creerebbe gravi ripercussioni nello svolgimento delle nostre attività quotidiane.

Vi chiediamo pertanto massima prudenza anche sull’utilizzo della precauzioni che ormai conosciamo” Con queste significative parole, il Sindaco di Bovalino, Vincenzo Maeano, ha informato la sua comunità sulla situazione attuale relativa alla diffusione del Covid-19.

Infatti, dopo un periodo di evidente calma apparente che aveva quasi del tutto azzerato i casi positivi sul territorio (ricordiamo che si era arrivati anche ad oltre 100 casi nei mesi scorsi), ora si è avuta notizia di un brusco e repentino aumento dei contagi, ben 13 in un colpo che, sommati all’unico pregresso ed ancora attivo, ha portato il totale complessivo a 14.

Nella sua comunicazione social, Maesano, ha reso anche noto che i positivi, quasi tutti appartenenti agli stessi nuclei familiari,  “non destano particolare preoccupazione per le loro condizioni di salute in quanto presentano soltanto qualche lieve sintomo”. Comunque, com’era logico attendersi, il primo cittadino non ha lesinato le solite raccomandazioni: “È necessario evitare assembramenti, soprattutto in luoghi chiusi, ed è assolutamente necessario evitare strette di mano e altri contatti personali quali baci ed abbracci, oltre a mantenere il distanziamento sociale e ad igienizzarsi le mani ad ogni occasione utile. Il rispetto di queste regole e la campagna vaccinale che prosegue senza sosta sono gli unici strumenti che ci aiuteranno a ridurre al minimo il rischio di contagio per trascorrere così un’estate all’insegna della tranquillità e della spensieratezza!”

Evidentemente ciò è frutto di un precoce allentamento di alcune restrizioni che, agevolate da eventi sportivi (Europei 2020) e/o celebrazione di cerimonie quali matrimoni ed altro, hanno nuovamente scatenato una mini ondata che ha favorito la diffusione della variante delta; per questo è opportuno procedere prima possibile alle vaccinazioni che, al momento, rappresentano l’unica via di salvezza nei confronti del contagio e delle sue varianti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


8 + cinque =