municipiobovalino-superioreLa notizia era tanto attesa e l’attesa è stata finalmente ripagata con la certezza che il Comune di Bovalino è stato utilmente inserito nella “graduatoria provvisoria” che prevede, per quei Comuni che ne avevano fatto istanza di partecipazione al bando indetto dal Dipartimento Urbanistica e Beni Culturali (UBC) – Settore 5 – Centri storici, borghi, beni culturali, aree e parchi archeologici”, il finanziamento di circa 1,5 milioni di euro da impiegare per il “Sostegno dei progetti di valorizzazione dei borghi della Calabria”. In particolare, per quanto riguarda il nostro territorio, la somma è destinata al miglioramento e la valorizzazione dell’antico borgo di Bovalino Superiore, un piccolo agglomerato a pochi chilometri dal centro abitato di Bovalino,  dal quale traspare storia e cultura ad ogni angolo di strada.

La graduatoria provvisoria che rimane tale in attesa dei tempi tecnici di ultimazione del bando, è stata approvata a seguito delle risultanze emerse dalla Commissione di Valutazione che era stata designata per la verifica sostanziale dei requisiti delle istanze prodotte e collegate al “Fondo per lo sviluppo e la coesione (FDC) 2000/206. Avviso pubblico per il sostegno dei progetti di valorizzazione dei borghi della Calabria”.

All’avviso pubblico, che prevedeva l’impiego di cospicue risorse finanziarie (in totale 100 milioni di euro), il Comune di Bovalino aveva partecipato al fine di poter attingere ai fondi per incentivare ancor più l’offerta turistico-culturale e procedere, quindi,  ai lavori di sviluppo e coesione del proprio territorio; un’attività sinergica e costante già intrapresa e portata avanti con caparbietà sin dall’inizio del mandato di questa Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco, Vincenzo Maesano.

Nella già citata graduatoria, il Comune di Bovalino si è classificato al posto n. 58 con punti 42,00 (che al momento copre un impegno totale finanziario di circa 84 milioni a fronte dei 100 previsti), e ciò consentirà, verosimilmente, di avere in assegnazione la somma di 1,5 milioni di euro. E’ chiaro che si tratta di finanziamenti che interessano non soltanto Bovalino, ma per fortuna anche tantissime altre realtà calabresi che così potranno tirare un sospiro di sollievo e rimettere a posto quei luoghi che proprio per la storia e la cultura che li contraddistinguono meritano di essere recuperati, migliorati e preservati a vantaggio delle future generazioni.

 Pasquale Rosaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 − quattro =