campo-bocce-buonaLa realizzazione di un campo di bocce in una comunità che già vive con grandi difficoltà economiche, ambientali e sociali è di vitale importanza e rappresenta qualcosa di veramente straordinario. Era un progetto accarezzato da tanto tempo ma che solo ora si sta riuscendo a realizzare grazie all’operatività dell’Associazione Auser  “Noi ci siamo” di Bovalino, una delle poche associazioni (se non l’unica) che riesce ad operare anche oltre i confini comunali alleviando, nel concreto, i disagi ed i bisogni delle persone più deboli, disagiate e anziane. In questo particolare caso, l’Auser, ha inteso mettere in atto anche l’idea di associazione per l’ “invecchiamento attivo” con l’unico scopo di migliorare la qualità della vita delle persone anziane o che sono sole. E’ chiaro che per un crescente numero di persone anziane la solitudine costituisce una delle principali cause del decadimento fisico e psichico, per questo è importante creare delle valide alternative che consentano loro di rimanere attivi  il più a lungo possibile, creando intorno a loro un sistema di servizi di sostegno all’ambiente di vita quotidiana, un ambiente che metta le persone anziane nelle condizioni di sentirsi ancora parte attiva della società e non dei pesi inutili di cui bisogna liberarsi. Nel progetto sono state coinvolte tante persone che con grande generosità d’animo hanno dato il proprio contributo non tanto dal punto di vista economico quanto in termini di idee, impegno ed impiego di risorse (uomini e mezzi). Purtroppo, ai giorni nostri, invecchiare è sinonimo di solitudine ed è proprio per alleviare questa drammatica condizione che si è voluto dare un’accelerazione nell’organizzazione e l’avvio dei lavori che sono iniziati in mattinata con l’esecuzione dello scavo, l’accantonamento dei pannelli in cemento e l’accumulo di breccio; l’ultima fase sarà quella di ricoprire il rettangolo di gioco con la terra battuta, creando così un tappetino ideale allo scorrimento delle bocce.

73298774_1290168664516057_8716748977497702400_n

Quindi, tra poco, anche Bovalino potrà vantarsi di avere il suo campo di bocce, campo realizzato grazie alla concessione da parte dell’Amministrazione Comunale di una striscia di terreno individuata all’interno della pineta del Lungomare San Francesco di Paola (lato Bianco). “Siamo un’Associazione di volontariato che si occupa dei bisogni delle persone svantaggiate, cerchiamo il modo per alleviare i bisogni dei più deboli”, questo il messaggio pervenuto dall’Auser comunale per il tramite del suo presidente, l’Avv. Paolo Graziano, sostenuto come in tante altre attività anche dal responsabile Auser provinciale Antonio Pecorella che sta curando, essendone il principale attore, nei minimi particolari, lo stato di avanzamento del progetto. Al termine dei lavori sarà comunicata ufficialmente la data d’inaugurazione del nuovo campo. Anche questo è sintomo di cambiamento, una trasformazione fortemente voluta dalla comunità bovalinese che ne sta pian piano apprezzando i concreti risultati.

Pasquale Rosaci