Come si ricorderà, la sera del 24/02/2019 un tratto del lungomare San Francesco da Paola, nel Comune di Bovalino, franò sotto i colpi violenti di una fortissima mareggiata, evento che causò solo ingenti danni strutturali senza coinvolgere le persone. Infatti, il tratto di lungomare che va dall’ex lido “La Rocchetta” (ormai in completo stato di abbandono e pericolante) fino alle scalette che permettono la discesa in spiaggia, ha ceduto causando il ribassamento del marciapiede e di quanto in esso contenuto (panchine, ringhiere ed aiuole)  per un percorso lungo circa 150 metri. 1,5 milioni di euro è stata la stima dei danni provocati dalle intemperie cui è seguita, da parte del Comune (Sindaco Vincenzo Maesano, riconfermato nel frattempo) la richiesta urgente, a tutti gli Enti sovraordinati, di finanziamento dei lavori per il ripristino e la messa in sicurezza dell’opera con provvedimenti mirati soprattutto alla protezione dal pericolo di erosione costiera purtroppo sempre presente.

Dopo la constatazione della grave situazione ambientale creatasi sul lungomare e l’ammissione a contributo per le spese (250.676,00) relativi alla progettazione definitiva ed esecutiva dell’opera (Decreto del Ministero degli Interni datato 07/12/2020), e grazie al successivo Decreto Interdipartimentale del 23/02/2021, emanato dal Dipartimento per gli Affari interni e territoriali del Ministero degli Interni, di concerto con il Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato del Ministero dell’Economia e Finanze, il Comune di Bovalino è risultato beneficiario di un finanziamento pari a 2 milioni di euro; una cifra considerevole ritenuta adeguata al ripristino dello status quo ante che fa ben sperare per il futuro. Ma da allora, per colpa delle lungaggini burocratiche sono passati oltre tre anni senza riuscire a smuovere neanche una pietra, cosa che ovviamente ha indispettito la popolazione che non vede l’ora di rivedere nuovamente sistemato il “salotto estivo cittadino” meta non solo di tanti turisti, ma anche dei residenti nei comuni limitrofi che, nel frattempo, si sono avvantaggiati da questo indesiderato gup subito dalla comunità bovalinese.

Pertanto, dopo le fasi di individuazione di professionisti ad hoc per la redazione di un piano di indagini geologiche/geognostiche con relativa stesura di una relazione geologica dedicata al ripristino dell’opera (costo pari ad euro 28.784,27), indagini eseguite da uno studio di Antonimina (Studio tecnico del Dottor Giuseppe Mediati); l’affidamento dei servizi di Architettura e Ingegneria affidati alla R.T.P. (studio tecnico dell’Ing. Rocco Aquino, in qualità di capogruppo /mandatario ed altri) per un costo complessivo di euro 100.782,40 al netto del ribasso offerto del 27,17% oltre oneri previdenziali ed iva; l’affidamento dell’incarico per le attività di esecuzione delle indagini geognostiche, geofisiche e geosismiche conferito all’impresa IDROMATY S.r.l. di Reggio Calabria (costo euro 28.979,13) e considerato il “parere favorevole” espresso sia dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria, Settore 10 – Pianificazione e Valorizzazione del territorio che dell’Agenzia del Demanio-Direzione Regionale Calabria, e  considerato che alla data del 15/11/2022 nessun diniego è stato espresso nell’ambito della Conferenza dei servizi, si è proceduto, in data 16/11/2022 all’approvazione del progetto definitivo dei lavori redatto dalla già citata R.T.P. (Ing. Rocco Aquino ed altri) per un importo pari ad euro 2 milioni di euro di cui euro 1.530.000,00 per lavori, euro 30.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso ed euro 440.000,00 per somme a disposizione dell’amministrazione.

Si osserva che le ultime due giornate sono state determinanti per l’avvio delle procedure definitive per l’avvio dei lavori, in particolare: con Determinazione n. 310 del 16/11/2022 è stato approvato il piano definitivo dei lavori redatto dalla R.T.P. e con la Determinazione n. 314 del 17/11/2022 è stato approvato il progetto esecutivo dell’opera. Ora la palla passa nelle mani della Centrale Unica di Committenza della Città Metropolitana di Reggio Calabria che espleterà la conseguente gara di appalto.

Per completezza si indica che tale intervento rientra nel programma triennale 2022-2024 delle “opere pubbliche”, adottato con delibera di Giunta n. 75/22 dell’11/05/2022 ed approvato con successiva deliberazione Comunale n. 21 del 27/07/2022, inoltre si è già stabilito che come responsabile Comunale dell’unità Operativa dei Lavori Pubblici e Manutentivi sarà l’Ing. Emerenziana Romeo, dirigente titolare dell’Ente a sovraintendere all’intera esecuzione dell’opera. Da quanto è dato sapere, dopo l’espletamento del farraginoso iter burocratico,  i lavori dovrebbero iniziare nei tempi indicati dalle normativi vigenti in materia di appalti, quindi a breve data.

In conclusione, un’altra importante opera sta per avere il suo definitivo avvio, nel frattempo radio naja avvisa che a breve inizieranno anche i lavori di riqualificazione di Piazza Gaetano Ruffo, una piazza ubicata in pieno centro del paese e che proprio l’altra sera ha registrato  l’inaugurazione della statua bronzea dell’eroe e martire bovalinese Gaetano Ruffo, fucilato insieme agli altri quattro martiri di Gerace il 2 ottobre 1847 perché colpevoli di diffondere i loro ideali di libertà e d’indipendenza.

“Il ripristino del lungomare -ha fatto sapere il Sindaco Maesano- rappresenta certamente un’altra tappa importante dopo che già si è provveduto a rimettere in sesto la parte sud del borgo, completato il campetto di basket, riqualificata l’area dell’ex canceglia con la creazione della nuova piazzetta, e riqualificato l’area del parco giochi per i bambini. Non ci fermeremo certamente qui perché per noi la centralità del lungomare trova ampio spazio nella programmazione dei lavori, tanto che stiamo pensando  già di destinare altre somme per la sistemazione e contestuale riqualificazione di un altro tratto del lungomare. Su tutto questo un importante ruolo lo ha avuto Agave, l’Associazione politico-culturale che in tutti questi anni ha fatto da stimolo per tutta l’azione amministrativa, un progetto che dura e durerà nel tempo grazie alla bontà delle sue idee e delle iniziative sempre a favore della cittadinanza”

 

Lascia un commento