Era il febbraio 1987 quando il famoso conduttore Enzo Tortora, dopo le note vicissitudini che lo videro pienamente assolto da ogni accusa, ritornò in Rai alla direzione del suo mitico programma “Portobello”. Molto toccanti le prime parole che proferì: “Dunque dove eravamo rimasti?”. Ed è con altrettanto trasporto che oggi, a Bovalino, in piazza Camillo Costanzo con inizio alle ore 16.30, ha avuto luogo una manifestazione dedicata ai bambini, un evento tanto atteso che ha segnato il ritorno alla quasi normalità della comunità bovalinese dopo oltre due anni di pandemia e di restrizioni.

Ad organizzarla ci ha pensato la locale Pro Loco diretta dal suo Presidente, Antonio Crisafi, ben coadiuvato dall’intero staff che ha curato nei minimi dettagli l’evento che ha riscosso tanto successo soprattutto tra i bambini. “Caccia alle uova di Pasqua”, questo il nome dato alla manifestazione realizzata con il patrocinio del Comune di Bovalino e la collaborazione con la libreria “Le ali di carta” della Dottoressa Elisa Sgambellone, presente in piazza con un suo assortito stand. Le squadre scese in piazza, composte ognuna da due elementi, erano costituite da bambini tra i 6 ed i 10 anni, bambini che si confrontavano in simpatici giochi a tempo il cui vero obiettivo era più che altro quello di renderli partecipi di un ritorno alla normalità, acquisendo così sicurezza e consapevolezza nella riconquista del loro spazio e del loro tempo.

A margine dell’evento il Presidente Crisafi, ha detto: “A parte i giochi, che hanno fatto ovviamente da richiamo, alla fine abbiamo deciso di premiare tutti i partecipanti facendogli omaggio, ad ognuno, di un piccolo uovo di Pasqua. Un ringraziamento particolare lo rivolgiamo all’amministrazione comunale che ci ha supportato patrocinando l’evento. E’ stata una manifestazione all’insegna del divertimento, così facendo sembra che la macchina organizzativa, anche in previsione futura quindi della stagione estiva, si sia messa finalmente in moto e, in considerazione di ciò, posso anticipare che stiamo già lavorando per creare un corposo programma estivo che soddisfi il fine palato della nostra comunità.

Infatti, il nostro obiettivo principale è quello di rianimare il paese per renderlo il più vivibile possibile perché è fuor di dubbio che ha un estremo bisogno di eventi e manifestazioni che coinvolgano il più possibile la cittadinanza. In questo progetto è molto importante anche il prezioso supporto che ci forniranno tutti i commercianti di bovalino, le numerose associazioni esistenti sul territorio e le due Consulte (quella degli adulti e quella giovanile appena costituita), tutti soggetti che già si sono dimostrati operativi e particolarmente sensibili a questo genere di attività. Siamo certi che Bovalino ritornerà a vivere ed a crescere riconquistandosi il posto che effettivamente merita” 

(Nella foto: al centro il presidente A. Crisafi; a sx il vice presidente F. Cutugno a dx l’imprenditore Carlo Italia)