Continua senza sosta, secondo il cronoprogramma elaborato dalle autorità sanitarie nazionali e regionali, l’attività di somministrazione domiciliare dei vaccini alle categorie più “Fragili” ed agli anziani.

In mattinata, un automezzo dell’Esercito Italiano, proveniente da Reggio Calabria dove fa base, ma di competenza logistica del Policlinico Militare del “Celio” in Roma, ha fatto tappa a Bovalino (Rc), continuando l’attività vaccinale domiciliare giù iniziata nelle settimane scorse e che riguarda soprattutto i soggetti anziani ed i  più fragili. Oggi, saranno circa 25 i vaccini che saranno inoculati ad altrettante persone non ritenute idonee a potersi spostare per raggiungere gli hub dove si effettuano  quotidianamente le vaccinazioni (Bianco, Locri e Siderno).

Si tratta di una peculiare attività che riveste rilevanza sociale e civile di enorme spessore, attività che grazie alla professionalità dimostrata dal personale dell’Esercito impiegato, riscuote in ogni occasione il plauso dell’intera società civile.

Dopo Bovalino, il mezzo ha toccato altri territori della fascia jonica-reggina dove ha continuato la sua preziosa opera di vaccinazione.  

In mattinata, un automezzo dell’Esercito Italiano, proveniente da Reggio Calabria dove fa base, ma di competenza logistica del Policlinico Militare del “Celio” in Roma, ha fatto tappa a Bovalino (Rc), continuando l’attività vaccinale domiciliare giù iniziata nelle settimane scorse e che riguarda soprattutto i soggetti anziani ed i  più fragili. Oggi, saranno circa 25 i vaccini che saranno inoculati ad altrettante persone non ritenute idonee a potersi spostare per raggiungere gli hub dove si effettuano  quotidianamente le vaccinazioni (Bianco, Locri e Siderno).

Si tratta di una peculiare attività che riveste rilevanza sociale e civile di enorme spessore, attività che grazie alla professionalità dimostrata dal personale dell’Esercito impiegato, riscuote in ogni occasione il plauso dell’intera società civile.

Dopo Bovalino, il mezzo ha toccato altri territori della fascia jonica-reggina dove ha continuato la sua preziosa opera di vaccinazione.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− uno = 3