rutigliano papaBenedissi Papa Benedetto XVI al Reverendo Don Francesco Rutigliano in Vaticano, la “prima pietra” del nuovo Centro Pastorale di Bivongi.

I cui lavori di realizzazione del progetto sono stati avviati recentemente ad opera della Ditta Cogeur. Opera che vede un congruo finanziamento erogato dalla C.E.I per circa 600 mila euro. Centro che porterà la denominazione di Papa Giovanni Paolo II. Scelta designata per referendum popolare (indetto dalla parrocchia), il cui risultato delle urne, unanime indicò nel Papa polacco e prossimo ad essere proclamato santo da Papa Francesco, il nome da intitolare il nuovo centro pastorale di Bivongi.

 Una delegazione della comunità di Bivongi, accompagnata da Don Francesco, fu ricevuta in Vaticano da Papa Benedetto XVI, il quale dopo aver impartito la solenne benedizione alla “prima pietra” del nuovo oratorio, volle indirizzare al giovane sacerdote e all’intera Comunità di Bivongi, un augurio particolare di fecondo lavoro pastorale. A seguire, presso la Cappella della tomba di Giovanni Paolo II, ubicata nella Basilica Vaticana di San Pietro, venne celebrata la santa messa per la delegazione bivongese, presieduta da Sua Eminenza il Cardinal Salvatore De Giorgi. Il quale, a sua volta, volle ricambiare la visita di cortesia, presiedendo a Bivongi le celebrazioni della festa patronale in onore di Maria Santissima Mamma Nostra. Evento straordinario che Don Francesco, volle preparare accuratamente, invitando durante la novena, illustri prelati tra cui, lo spagnolo P. Gerijarano Grcia – delegato di rappresentanza dell’ Opus Dei.