Il Mercato della Badia quest’anno tocca il prestigioso traguardo della diciottesima edizione: un crescendo di emozioni e piacevoli sorprese in un’ambientazione naturale, profumi di un mondo antico dove la tradizione si rinnova nel gusto e l’arte si sprigiona in tutte le sue forme! Questo è molto altro ancora – tutto da vivere e da gustare – sarà Bivongi nei prossimi 17 e 18 agosto, pronta ad accogliere la magia di un evento sempre più gettonato quale è il MERCATO DELLA BADIA.

Splendida vetrina dell’artigianato, dell’arte e dei prodotti locali, la manifestazione mette in risalto le virtù dei numerosissimi artisti ed artigiani che vi partecipano. L’organizzazione è curata dal “Comitato Mercato della Badia”, ma tutti i bivongesi sentono ormai proprio questo momento entrato a pieno titolo a far parte della tradizione storico-popolare della nostra comunità. Il percorso del Mercato si snoda nel centro storico del paese che si presta in modo del tutto naturale – tra il dedalo di viuzze, vichi, strettoie, piazzette, cantine e botteghe – all’esposizione delle produzioni più estrose ed incantevoli. Gli espositori intrattengono piacevoli conversazioni con i visitatori offrendo loro le più dettagliate informazioni sulle proprie creazioni. E’ un susseguirsi di piacevoli e intriganti scoperte, intramezzato da punti enogastronomici che offrono agli avventori gustosissime prelibatezze della più antica tradizione della cucina tipica locale. Un mix di arte, sapori, musica etnica e le più bizzarre esibizioni degli artisti di strada in un turbinio di gente, colori, suoni e odori.

Ogni vicolo e ogni anfratto diventa un piccolo palcoscenico dove arte, cucina, cultura e tradizione rappresentano un pezzo di storia popolare. Il programma simile ma giammai ripetitivo punta molto sulle varietà espositive e sull’intrattenimento artistico che hanno portato la “Badia” alla sua fortuna, divenendo l’avvenimento più longevo, importante e rinomato nel suo genere: tanto per citarne un interessante aspetto, anche quest’anno produttori agro alimentari ed artisti estemporanei eseguiranno delle vere e proprie dimostrazioni delle loro creazioni. Unitamente alle colorate esibizioni di artisti di strada, musica etnica e band itineranti. Il tutto, in una due giorni difficile da spiegare ma…piacevolissima da vivere!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


2 × quattro =