BOVALINO (RC), 11 APR. – “Questo è l’anno della ripartenza“. Con queste parole il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, ha inaugurato la Bit, la Borsa Internazionale del Turismo, a Fieramilanocity. Dopo l’emergenza Covid, la Bit finalmente torna in presenza, quest’anno, fino al 12 aprile. Ed  ha aggiunto:  “Un segnale che dimostra che si può guardare al futuro con serenità

E in questo mare di serenità si colloca anche Bovalino (RC), ridente cittadina della fascia jonica reggina che sarà presente, insieme ad altri Comuni della stessa provincia e della locride in particolare, per promuovere e rappresentare le eccellenze calabresi ed in particolare dei propri territori.

“È una grande soddisfazione ed emozione -ha detto il Sindaco, Vincenzo Maesano– essere qui a rappresentare Bovalino. Come amministrazione ci siamo sempre posti come obiettivo il rilancio del nostro paese e questo è un importante primo passo. Questo evento costituisce un’eccezionale vetrina per la promozione, la valorizzazione e la visibilità di Bovalino nel resto d’Italia e nel mondo. Bovalino insieme agli altri comuni della Locride ha deciso di partecipare alla BIT di Milano per la promozione turistica delle nostre bellezze. Un passo importante per riportare il nostro paese nel posto che gli compete. La strada da fare è molta ma non potevamo mancare questo importante appuntamento”

“E anche Bovalino è alla BIT a Milano -ha dichiarato il Vice Sindaco, Cinzia Cataldo appena giunta sul posto all’interno dello stand allestito dalla Regione Calabria- È una grande soddisfazione ed emozione essere qui a rappresentare Bovalino. Come amministrazione ci siamo sempre posti come obiettivo il rilancio del nostro paese e questo è un importante primo passo. Questo evento costituisce un’eccezionale vetrina per la promozione, la valorizzazione e la visibilità di Bovalino nel resto d’Italia e nel mondo”

 

MA COS’E’ LA BIT (BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO)?

La Borsa Internazionale del Turismo mette in contatto gli operatori del settore turistico che operano uno scambio di vendita/acquisto: ci saranno quindi gli espositori, stand in rappresentanza degli enti del turismo, regioni, ma anche tour operator e semplici strutture ricettive e tutti coloro che sono interessati a riceve queste offerte, dai siti web, alle testate giornalistiche e molto altro. Grande spazio viene riservato ovviamente alle mete Italiane, anche perché l’esposizione si propone innanzitutto come vetrina per il “prodotto Italia” verso il Mondo; vi si possono comunque trovare in rassegna molte mete internazionali, con oltre decine e decine di Paesi rappresentati. Ma il Bit non è solo questo: è anche un’esperienza formativa utile per conoscere le nuove tendenze del settore attraverso seminari e convegni tenuti da esperti.