corpo forestaleIl giorno 14 novembre 2013, su delega dell’Autorità Giudiziaria di Barcellona P.G. è stato sequestrato un frantoio oleario in località Dardone del Comune di Basicò (ME) di proprietà di B.A. anni 55 di Basicò (ME). L’operazione è stata condotta dal Nucleo Operativo Provinciale di Messina del Corpo Forestale della Regione Siciliana sotto il coordinamento dell’Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina, ed oltre alla denuncia per il titolare del frantoio oleario, B.A. di anni 55, gli uomini del N.O.P. hanno operato il sequestro del frantoio oleario. Il reato contestato è lo sversamento incontrollato, su terreno privato interessato da soprassuolo boschivo di proprietà di B.A., di acque di vegetazione provenienti dalla molitura delle olive; l’ abbandono di rifiuti derivati sia dal ciclo industriale del frantoio oleario di proprietà di B.A. (sansa e fogliame), sia da demolizioni edili. L’azione posta in essere si è resa necessaria per interrompere una situazione illiceità, per assicurare le fonti di prova e per dimostrare il possibile inquinamento del suolo, del sottosuolo e delle falde acquifere.