“Voci dal sottosuolo”, grande chiusura della rassegna allo SpA Arrow di Rende con Anna Maria De Luca in scena con “Teresa. Un pranzo di famiglia” giovedì 10 novembre.

Dopo il successo dei primi due appuntamenti con “Contr_ora” e “Dora in avanti”, rispettivamente del Kollettivo Kontrora e di Teatro Primo, il primo atto della rassegna itinerante “Voci dal sottosuolo” si avvia a conclusione con l’ultimo spettacolo in programma, “Teresa. Un pranzo di famiglia”, prodotto dalla compagnia Teatro del Carro – Pino Michienzi.

In una rassegna che ha raccontato per lo più personaggi femminili, anche la protagonista di “Teresa” è donna: in scena c’è infatti Anna Maria De Luca – fondatrice di Teatro del Carro insieme a Pino Michienzi -, diretta da Luca Maria Michienzi. Scritto dalla giornalista Francesca Chirico, lo spettacolo è un ritratto fra luci e ombre di una madre criminale, è una storia “difficile” che affronta e cerca di descrivere «l’animo di chi “mette in conto” la morte del figlio sapendo, forse, di esserne la causa». Protagonista dello spettacolo è Teresa, donna di ‘ndrangheta, che sposa un uomo del clan, senza amarlo.

Ogni giorno apparecchia la tavola anche per il marito che non c’è più, e per il figlio in carcere. Teresa spinge la famiglia alla vendetta, finché un giorno, Angela, la figlia, decide di collaborare con la giustizia, rompendo la catena che li confina tutti nella stessa gabbia, mettendo Teresa di fronte a sé stessa e alle sue scelte.

«Non è semplice entrare nella testa di un personaggio come quello di Teresa – afferma Anna Maria De Luca -. A volte leggiamo di tante persone che appartengono ai clan, ce li immaginiamo lontani da noi. Poi, invece, scopriamo che magari sono vicini di casa, che hanno una vita normale. È il pensiero diverso la forza che li tiene insieme, che è difficile da sradicare».

Sposa senza amore, vedova assetata di vendetta, madre consigliera, Teresa, come la sacerdotessa di un rito quotidiano, ogni giorno apparecchia un posto a tavola anche per chi non c’è e passa in rassegna la propria vita, ricomponendo storia dopo storia, nome dopo nome, un cupo affresco di “famiglia”.

La rassegna “Voci dal sottosuolo” è organizzata a Rende allo SpA Arrow – Spazio precario autogestito, dal Kollettivo Kontrora insieme alla compagnia Teatro del Carro Pino Michienzi.

Lascia un commento