Naimo ooAndrea Naimo, Presidente dell’Associazione Libera Badolatese ALBA, ha presentato all’Unione dei Comuni del Versante Ionico di Isca una mozione sul Baratto Amministrativo (Legge dello Stato N° 164 del 2014, art. 24.) affinché possa recepirla e metterla in atto.

Il Baratto Amministrativo – spiega Naimo – introduce per la prima volta in Italia la possibilità di pareggiare i debiti che il cittadino ha nei confronti dell’ amministrazione comunale, eseguendo per la stessa lavori di pubblica utilità.

Per non inviare singolarmente ad ogni comune la stessa richiesta che sarebbe stata dispersiva e magari anche senza nessuna risposta in merito – ha motivato Naimo – l’Associazione ha rivolto l’invito a Pino Ussia, attuale presidente in carica dell’Unione dei Comuni, nonché sindaco di Guardavalle, affinché sia il promotore di tale progetto e coinvolga anche chi egli rappresenta.

In considerazione che proprio l’Unione ha il compito di gestire e convogliare in esso la riscossione di alcuni tributi, spetta a lui l’obbligo morale di rendere partecipi gli amministratori disattenti alle esigenze del popolo che governano.

Logicamente – conclude il Presidente di Alba – ogni comune nella sua singolarità dovrà stabilirne le modalità di attuazione, l’importante è che si dimostri la vicinanza alle persone meno abbienti e non pensare di batter cassa ad ogni costo.