Il Direttore Generale dell’ASP di Reggio Calabria Grazia Rosanna Squillacioti ha disposto una nuova incentivazione alla campagna di sensibilizzazione per promuovere la vaccinazione contro l’infezione del papilloma virus (HPV), così come indicato nel progetto di “Prevenzione delle infezioni da HPV” avviato dalla Regione Calabria nel 2012.

A renderlo noto è l’Ufficio stampa della stessa Asp che fa sapere, inoltre, che detto progetto è il primo in Italia ad avere previsto l’attivazione di un Call Center sanitario dedicato. Esso risulta utile per attivare un contatto telefonico diretto con quelle famiglie nel cui nucleo si registra la presenza di ragazze non vaccinate, sì da fornire tutte le opportune informazioni sulla prevenzione dalle infezioni dell’HPV. Sulla base di consolidati studi in materia ed univoci orientamenti, tutta la letteratura medica del settore sostiene concordemente che la vaccinazione anti papilloma virus nelle dodicenni, è l’unico strumento di prevenzione primaria per ridurre considerevolmente i tumori del collo dell’utero. Informare, incentivare e favorire la somministrazione del vaccino risultano strumenti indispensabili per un’efficace prevenzione. In questo senso il coinvolgimento attivo dei genitori è un fattore determinante per la tutela della salute delle proprie figlie, future donne.

La vaccinazione contro l’HPV effettuata in giovane età unitamente allo screening con Pap-test a partire dai 25 anni, rappresentano gli unici strumenti in grado di prevenire il carcinoma della cervice uterina e la diagnosi precoce di un’eventuale lesione.

Ad oggi nel territorio dell’ASP di Reggio Calabria delle ragazze nate dopo il mese di marzo 1995, cui il vaccino è somministrato gratuitamente, quante non hanno ancora aderito all’iniziativa, superano le 2500 unità. L’Unità Operativa Complessa Igiene e Sanità Pubblica dell’ASP di Reggio Calabria, diretta dal dr. Sandro Giuffrida, cogliendo l’occasione della festa della donna dell’8 marzo, all’insegna dello slogan “non solo fiori ma salute e benessere alle donne del domani”, ha deciso di inviare alle famiglie interessate una lettera per invitarle a mettersi in contatto con il Numero Verde 800034342, attivo dal lunedì al venerdì ore 9-18,30, abilitato a dare tutte le informazioni utili sulla vaccinazione e fissare un appuntamento con il Centro Vaccinale più vicino.

La vaccinazione è completamente gratuita per tutte le ragazze che non abbiano superato i 12 anni di età; per tutte le altre ragazze nate prima del marzo 1995, la somministrazione del vaccino è possibile con una modesta quota di partecipazione alla spesa. L’infezione da papilloma virus umano è trasmissibile attraverso i rapporti sessuali, cosicché la vaccinazione è consigliata alle giovanissime, ben prima dell’inizio dell’attività sessuale, allorquando il vaccino può avere la massima potenzialità preventiva.

Grazie all’attività degli operatori dell’ASP reggina supportati dal Call Center dedicato, gli ultimi dati diffusi da Epicentro-Istituto Superiore di Sanità relativi alla Regione Calabria danno un aumento delle vaccinazioni contro l’HPV del 7,4% per le ragazze nate nel 1997 e del 6,4% per quelle nate nel 1998.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


otto × = 64