Presto l’ospedale di Soveria Mannelli avrà un nuovo volto: sono infatti previsti interventi di ristrutturazione e di efficientamento energetico e impiantistico che daranno una nuova connotazione al presidio montano. Sul sito ufficiale dell’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro è stato pubblicato il bando di gara per la “Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori di efficientamento energetico degli edifici e delle utenze energetiche dell’ospedale di Soveria Mannelli”, rivolto soprattutto alla climatizzazione degli ambienti, alla dispersione del microclima all’interno degli ambienti e alle misure atte alla minore dispersione del calore attraverso le pareti.

L’entità dell’appalto è di 960 mila euro, somma erogata interamente dalla Regione Calabria che ha provveduto a trasferire all’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro finanziamenti Por Fers Calabria 2007-2013, attraverso la convenzione tra Regione Calabria e Asp di Catanzaro, nell’ambito delle politiche energetiche nazionali e regionali con l’obiettivo di raggiungere l’efficienza energetica e il miglioramento delle prestazioni di impianti ed apparecchi del Presidio Ospedaliero di Soveria Mannelli.

Gli interventi riguardano in particolare l’efficientamento energetico della struttura, e quindi le coperture, i pavimenti, le pareti esterne, con la sostituzione degli infissi esistenti con infissi a doppio taglio termico. Saranno inoltre installati dei sistemi di Produzione Energia Elettrica, di Riscaldamento e ACS. In particolare, si utilizzerà un impianto di cogenerazione che permette di ottenere energia elettrica e contemporaneamente energia termica che può essere sfruttata per il riscaldamento o per il raffrescamento dell’acqua o ancora energia elettrica per mezzo di vari dispositivi di conversione: in questo modo il rendimento energetico complessivo è molto più alto rispetto alla sola produzione principale di energia elettrica. Infatti, un impianto convenzionale per la produzione di energia elettrica difficilmente può superare un rendimento del 35%: per mezzo della cogenerazione è possibile incrementare questo valore tra il 70% e il 90%. Le domande di partecipazione al bando dovranno essere presentate entro il 28 febbraio prossimo, mentre i lavori di ristrutturazione dovranno essere completati entro il 31 dicembre 2013.

“Il progetto ha una grande importanza strategica – spiega il Direttore Generale dell’Asp di Catanzaro, Dott. Gerardo Mancuso – perché consentirà di avere una struttura adeguata e moderna per le attività sanitarie. Un intervento che permetterà una notevole riduzione dei costi, derivati dalla dispersione di calore. A breve saranno appaltati i lavori e contiamo di ultimare le opere entro la fine dell’anno, considerato che il termine per l’esecuzione dei lavori è stabilito in 200 giorni decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori. Le somme investite, grazie ai fondi Por, consentiranno di realizzare un progetto innovativo e importante per l’ospedale di Soveria Mannelli, ponendoci in assoluta leadership sicuramente in Calabria per questa modalità di interventi. Questo è considerato un intervento gemello rispetto all’ospedale Giovanni Paolo II di Lamezia Terme”.

“Dimostriamo con i fatti, nonostante le avversità e le congetture relative al Piano di rientro – Conclude Mancuso – di considerare molto l’ospedale di Soveria Mannelli come presidio sanitario importante per un bacino di utenza montana. Stiamo cercando di costruire un modello assistenziale tarato alle necessità. L’impegno formale e le cose che abbiamo detto si stanno realizzando tutte con i tempi del Piano di rientro.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette − 6 =