ScreeningNell’ambito delle attività di prevenzione oncologica, sarà presto attivato, nel Polo sanitario di Tiriolo, il Servizio di screening del carcinoma del colon retto e della cervice uterina. L’iniziativa sarà presentata nel corso della giornata di informazione che si svolgerà domenica 5 maggio, dalle ore 10:00 alle 12:00, a Tiriolo, in Piazza Italia, in collaborazione con il Comune di Tiriolo e la locale sezione AVIS. All’incontro per sensibilizzare la popolazione alla prevenzione oncologica e illustrare le opportunità offerte dall’Azienda sanitaria, interverranno la dott.ssa Maria Paola Montesi e la dott.ssa Elena Bova, responsabili dei programmi di screening oncologici.

Tra breve le assistite dai 25 ai 64 anni di età saranno tra breve invitate a recarsi nel Polo di Tiriolo per effettuare il Pap-test gratuito, nell’ambito della campagna di prevenzione del cancro della cervice uterina, condotta dalla dott.ssa Elena Bova nel territorio che gravita intorno alla città di Catanzaro.

Anche lo screening del carcinoma del colon-retto, condotto da alcuni anni nel territorio dell’ASP di Catanzaro dalla Dott.ssa Maria Paola Montesi, è stato ora esteso al territorio afferente al Polo Sanitario di Tiriolo (Amato, Cicala, Marcellinara, Miglierina, San Pietro Apostolo, Settingiano, Tiriolo).

Questa forma di prevenzione, inclusa nei Livelli Essenziali di Assistenza, prevede l’offerta attiva di un semplice test gratuito a tutta la popolazione dai 50 ai 69 anni di età. Il test di screening è quello per la ricerca del sangue occulto fecale. L’offerta avviene tramite lettera personalizzata, che gli assistiti ricevono al loro domicilio. Nella lettera saranno indicate chiaramente le modalità e i tempi di esecuzione del test. Le persone con esito normale riceveranno la comunicazione tramite lettera; alle persone con test positivo sarà fissato in tempi brevi un appuntamento per una colonscopia. Tutto il percorso è gratuito, compresi i trattamenti delle lesioni cancerose o precancerose eventualmente individuate dalla colonscopia.

Gli assistiti cominciano a ricevere le lettere, con appuntamenti a partire dal prossimo mese di maggio. Si è iniziato dai più anziani e via via sarà invitata tutta la popolazione avente diritto. Punto di riferimento per la popolazione è il Polo Sanitario di Tiriolo, diretto dal Dott. Domenico Zappia, il cui personale partecipa con entusiasmo e professionalità all’iniziativa. La ricerca del sangue occulto è effettuata presso il Laboratorio Analisi del Presidio di Soveria Mannelli. Ai medici di Medicina generale, invitati insieme alla cittadinanza a partecipare alla giornata di informazione a Tiriolo, è stato chiesto di collaborare per evitare inviti impropri tra i propri assistiti, indicando chi può essere escluso dal programma perché già sottoposto a controlli endoscopici periodici o perché affetto da grave patologia invalidante (fisica o psichica) che impedisca la raccolta del campione e/o la eventuale colonscopia.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


nove − 7 =