PALERMO – I Carabinieri della Stazione di Villagrazia di Palermo, nell’ambito di un mirato servizio volto a bloccare il fenomeno della produzione e dello spaccio di sostanze stupefacenti, supportati da personale della CIO del XII Battaglione “Sicilia” ed un’unita’ cinofila, hanno tratto in arresto per “coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un pensionato con l’hobby del pollice verde.

I Carabinieri a Palermo, in via Ortigia snc, hanno eseguito una serie di perquisizione nel quartiere “Falsomiele”, in un terreno risultato di proprietà di un pensionato 69enne palermitano, abitante del quartiere dove all’interno del lotto, utilizzato per la coltivazione di verdure, erano state coltivate piante di “Cannabis Indica”. L’odore acre delle piante di “Cannabis Indica” non sfuggiva al cane antidroga dell’unità cinofila, che individuava arbusti rigogliosi occultati tra la vegetazione. In particolare, venivano rinvenute due piante adulte alte più di tre metri, pronte per essere raccolte ed una pianta più piccola in fase di sviluppo alta circa un metro. Le perquisizioni venivano estese anche ad un ovile ed a un caseggiato ubicati all’interno dello stesso terreno, dove in un forno da cucina a gas, veniva rinvenuto un involucro contenente dosi di sostanza stupefacente preconfezionata tra dosi di eroina e cocaina, nonché ulteriori 200 grammi tra eroina e cocaina ancora da confezionare, pronta per essere spacciata al dettaglio e una bilancia di precisione. L’intera piantagione è stata estirpata e sottoposta a sequestro unitamente alla cocaina e all’eroina, per essere analizzata da personale specializzato del L.A.S.S. del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo. Il pensionato è stato pertanto dichiarato in stato arresto con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti.

Comando Provinciale di Palermo 20/09/2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 − due =