Articolo pubblicato da “Il GiornaledelMolise.it” in data 13 novembre 2012 –  L’idea è piaciuta tantissimo: hanno aderito quasi tutte le attività commerciali di Agnone. Ma la risposta è stata positiva anche nei paesi vicini. Ad esempio a Belmonte del Sannio Rolando Palomba ha ideato la pizza della gentilezza. È a forma di cuore, con tanto di omaggio floreale a base di bresaola, rucola e parmigiano. La settimana della gentilezza è stata ideata dall’Università delle generazioni con uno scopo ben preciso: tentare di dare un piccolo sostegno all’economia locale in un periodo davvero difficile.

Per incentivare gli acquisti fino a domenica saranno applicati sconti che vanno dal 5 al 25%: “L’evento – spiega Domenico Lanciano, responsabile dell’associazione agnonese – mette al centro la gentilezza come valore morale e civile, ma ha anche un risvolto socio-economico-culturale e, quindi, anche commerciale. Si è così deciso in tempi di crisi di praticare forti sconti, pur di attrarre gente in una Agnone che, principalmente a causa del drastico ed immeritato ridimensionamento dell’ospedale Caracciolo, assiste ad una equivalente triste diminuzione dell’indotto. Agnone intende reagire alla perdita di clientela desiderando di guadagnarne altra per varie vie, come questa idea-attrazione della gentilezza”. Ma per l’Università delle generazioni questo è solo l’inizio. L’obiettivo finale è quello di creare eventi ogni settimana: “La nostra idea è quella di fare di Agnone “La Città dei raduni” attraendo una diversa categoria sociale o professionale ogni settimana per tutte le 52 settimane di cui si compone l’anno. Caduta l’industria sanitaria, l’Alto Molise – conclude Lanciano – deve trovare un’industria alternativa nel turismo fatto bene e per tutto l’anno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× uno = 8