Foto dal web
Foto dal web

Contributi alle famiglie numerose, censimento delle organizzazioni no profit, e l’annuncio del bando per l’assistenza domiciliare. Sono questi i tre argomenti cardine della riunione operativa dei Piani di Zona presieduta dall’assessore comunale alle Politiche Sociali, Sonia Munizzi, che si è tenuta ieri mattina nella Sala Consiliare del Comune di Soverato. L’attenzione è stata monopolizzata dall’Avviso per la concessione di un contributo economico alle famiglie con un numero di figli pari o superiore a quattro residenti in uno dei ventotto Comuni (ossia Amaroni, Davoli, Montepaone, Santa Caterina, Argusto, Gagliato, Olivadi, Satriano, Badolato, Gasperina, Palermiti, Soverato (capofila), Cardinale, Girifalco, Petrizzi, Squillace, Cenadi, Guardavalle, Sant’Andrea, Stalettì, Centrache, Isca sullo Jonio, San Sostene, Torre Ruggiero, Chiaravalle, Montauro, San Vito e Vallefiorita) afferenti all'”Ambito territoriale di Soverato”. Altro requisito per accedere al contributo sarà l’indicatore “Isee”, che non dovrà essere superiore a 20.000 euro. Il contributo consisterà in almeno 150 euro e sarà erogato in una unica soluzione. Il contributo sarà integrativo delle spese sostenute e documentate per una o più attività e servizi, che sono elencate dettagliatamente nel bando, che scadrà il 16 febbraio. In ogni caso vi sarà un’apposita commissione che esaminerà le singole domande con la relativa documentazione. Insieme a questo bando, è stato pubblicato un ulteriore avviso pubblico per il censimento delle organizzazioni no profit operanti nei suddetti ventotto Comuni e finalizzato alla costituzione di un apposito registro. La scadenza di quest’ultimo è prevista per il 14 febbraio. Il censimento è finalizzato a conoscere le organizzazioni più rilevanti da inserire nei tavoli tematici dei Piani di Zona. Entrambi gli avvisi, e le relative domande di partecipazione, sono già disponibili sul sito Internet www.pianodizona.net. L’assessore Munizzi ha anche annunciato che entro la prima decade di febbraio verrà anche pubblicato il bando per l’assistenza domiciliare. «Il processo di rilancio delle politiche sociali nel nostro territorio – ha spiegato l’assessore Sonia Munizzi – non può prescindere da quattro azioni fondamentali: segmentazione dei target (attraverso la nuova mappa delle povertà), complementarietà delle misure regionali con quelle nazionali ed europee, integrazione tra le politiche dei servizi alla persona, interazione con gli interventi del lavoro e con tutte le altre politiche regionali. In Calabria per troppo tempo le politiche rivolte alle fasce deboli sono state considerate, erroneamente, un ammortizzatore sociale. Non è così. Occorre ribaltare la logica dell’assistenzialismo ed offrire sostegno a chi ne ha veramente bisogno. Porremo – ha così concluso Sonia Munizzi – particolare attenzione alle forme di fragilità sociale, alla sofferenza, alla non autosufficienza, immaginando soluzioni ed interventi mirati ed efficaci». In questo modo si vuole dare un’accelerazione alle Politiche sociali di tutto il comprensorio soveratese.

Gazzetta del Sud del 26.1.2011 – Maria Anita Chiefari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 + = undici