Foto: cnt.rm.ingv.itContinua il piccolo “sciame” sismico iniziato lunedì sera Il suolo dello Stretto continua a tremare. Nelle ultime ore sono state registrate altre tre scosse sismiche dopo le due che si sono verificate lunedì pomeriggio/sera. L’ultima è stata la più forte: s’è verificata in nottata, alle ore 05:23, con una magnitudo di 3,7 gradi della scala richter e a una profondità di 8,1 chilometri. La scossa ha avuto epicentro nel mare di fronte Taormina, Castelmola, Forza D’Agrò, Giardini Naxos, Letojanni, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Santa Teresa di Riva, Sant’Alessio Siculo e Savoca, dov’è stata avvertita dalla popolazione. Nella stessa identica area, alle ore 02:55 si era verificata una scossa di magnitudo 2,6 gradi della scala richter a una profondità di 5,0 chilometri. E, sempre nello stesso punto, ieri sera alle 21:15 un’altra scossa, di magnitudo 2,3 gradi della scala richter e a una profondità di 7,8 chilometri, aveva interessato sempre le acque all’imboccatura meridionale dello Stretto.

Tempostretto.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


+ uno = 10