giampilieri 24Domani la presentazione del progetto musicale “Mani per Messina”, sabato l’iniziativa dell’Università con la coppia di attori Scimone-Sframeli. Domenica infine vendita di giocattoli promossa dai giovani imprenditori di Confindutria Con il natale ormai alle porte si moltiplicano le iniziativa di solidarietà nei confronti delle popolazioni alluvionate di Messina sud. E nonostante i risultati siano stati deludenti in più di qualche caso, l’occasione di riscatto è “l’ultima a morire”. Diverse le “forme” di beneficenza sperimentate nelle ultime settimane, non solo attraverso l’apertura di conti correnti bancari ma anche tramite raccolta fondi in occasioni di eventi organizzati in città e provincia. Modalità quest’ultima, scelta anche per altre due iniziative che verranno presentata rispettivamente domani e sabato, alla Provincia e alla Sala Senato dell’Università, e in cui protagonisti saranno musica e teatro. Nel primo caso l’iniziativa riguarda il progetto “Mani per Messina”, coordinato dalla casa discografica messinese Imago Sound, da radioStreet, dal Consorzio Sol.E. (il consorzio di cooperative che gestisce Forte Petrazza) e dalla cooperativa sociale Ecos Med. Prendendo infatti spunto dall’iniziativa promossa da tanti cantanti italiani vicini alla tragedia delle popolazioni abruzzesi colpite dal terremoto, 14 tra i migliori musicisti e band messinesei hanno prodotto, promosso e distribuito una compilation di 15 brani (già in distribuzione da qualche giorno), intitolata, così come il brano inedito, “Mani”. Nel corso della conferenza di domani (ore 10.00), verranno illustrati tutti i dettagli del progetto: il ricavato ottenuto dalla vendita del cd, 6,50 euro, verrà interamente devoluto alle popolazioni di Messina sud attraverso la Caritas Diocesana. A sostenere l’iniziativa anche l’associazione Svegliati Messina, oggi riunita alle 17.30 nella Chiesa di San Salvatore per ricordare un anno di incontri e dibattiti. Ma come detto accanto al progetto musicale, si fa spazio anche quello voluto dall’Università di Messina che, in collaborazione con la Compagnia teatrale Scimone-Sframeli, organizza un evento benefico mercoledì 23 dicembre, alle ore 21.00: in scena lo spettacolo “Pali” di Spiro Scimone, attore, regista e drammaturgo messinese. In questo caso il ricavato della serata verrà utilizzato per uno scopo ben preciso, ovvero il finanziamento di alcune borse di studio da assegnare ai ragazzi delle zone colpite dal nubifragio del primo ottobre di Giampilieri e Scaletta. I biglietti, a partire da domani 17 dicembre, saranno in prevendita presso il botteghino del teatro Vittorio Emanuele. La “parola” passa infine ai giovani imprenditori di Confindustria Messina, promotori del progetto “Rispondi con un presente”, slogan dell’omonima iniziativa che prenderà il via da giorno 20 dicembre. A partire da domenica infatti a Piazza Cairoli, dalle 9 in poi, presso l’apposito stand, si svolgerà la vendita di giocattoli ed altri oggetti regalo il cui ricavato sarà depositato nel fondo pro-alluvionati aperto da Confindustria Messina. Queste le coordinate: “Emergenza Alluvione”, COD. IBAN: IT 46 S 03226 16500 000500081199. Il Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori, Leone Pidalà, invita tutte le Aziende, anche quelle non associate al sistema Confindustria a destinare la somma stanziata per i regali aziendali al fondo. (foto Dino Sturiale)

Tempostretto.it – Elena De Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro × = 8