tropea festivalPalcoscenico d’eccezione: Palazzo Gagliardi, nel cuore antico di Vibo Valentia. Oltre 100 incontri, 150 ospiti, spazio bimbi, mostre, workshop, degustazioni enogastronomiche. Dal 21 al 26 ottobre la Calabria diventa vetrina di cultura: al via la terza edizione del Tropea Festival, Leggere&Scrivere. Tropea Festival, Leggere&Scrivere si conferma anche quest’anno una lente di ingrandimento per conoscere più da vicino la realtà, mescolando opinioni, linguaggi, esperienze. E la lente di ingrandimento non può non osservare la Calabria: quanto di vivo e di nuovo scorre in questa regione dal punto di vista culturale.

Le sezioni Calabria, fabbrica di cultura e Una regione per leggere rappresentano l’angolo visuale attraverso cui raccontare una terra in fermento tra ieri, oggi e domani. Il Tropea Festival, Leggere&Scrivere, com’è sua natura, ama allargare gli orizzonti e cercare quelle contaminazioni che rappresentano la via per aprire nuove frontiere culturali.

 Ritorna quest’anno CartaCanta, la sezione dedicata al rapporto tra musica e parole. Sul palco diverse generazioni della canzone rock e d’autore, da Eugenio Finardi e Tullio De Piscopo ai Perturbazione. Novità 2014, NutriMenti, la sezione dedicata alla cultura del cibo. Spiega Maria Teresa Marzano, direttrice artistica del Festival: «Abbiamo pensato di dedicare una nuova sezione del festival al cibo ipotizzando inedite chiavi di lettura nei legami intessuti da alimentazione, antropologia e filosofia, rivolti alla comprensione della società contemporanea».

Un modo, inoltre,- non dimentichiamoci che siamo in Calabria, ex Magna Graecia – per avvicinarsi al Mediterraneo e alle sue tradizioni attraverso la tavola, i piatti classici e le nuove declinazioni. NutriMenti viaggia attraverso diversi mondi del pianeta cucina, esplorando gusti e tendenze in compagnia di personaggi d’eccezione. È il caso dello chef Alessandro Borghese.

Sei giorni, quindi, di appuntamenti da non perdere. Esprime soddisfazione Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, soggetto capofila del Festival nonché una delle realtà culturali più innovative della Calabria e del sud Italia.

«Abbiamo lavorato sodo durante l’anno – sottolinea Floriani – per fare del Tropea Festival Leggere&Scrivere un luogo capace di elevarsi a 360 gradi, una particolare agorà dove incontrarsi per condividere esperienze ed emozioni». Gli fa eco Mario Caligiuri, assessore regionale alla cultura: «Esiste una Calabria che funziona e che innova, a partire dall’inscindibile legame fra cultura, biblioteca e territorio. Tutti uniti nel valore fondamentale della lettura».

Un’occhiata, infine, al calendario per scoprire i numerosi gli ospiti. Tra questi: il teologo Vito Mancuso che terrà un lectio magistralis intitolata Sulla via dell’amore e il filosofo Remo Bodei che parlerà del tema Immaginare altre vite.

Scorrendo la lista, ecco ancora: Gioacchino Criaco, autore del libro Anime Nere; Giordano Bruno Guerri, Lidia Ravera, Piergiorgio Odifreddi, Antonio Moresco vincitore VIII edizione Premio Tropea nel luglio scorso.

Non potevamo mancare scrittori e intellettuali calabresi come Vito Teti, Mimmo Gangemi, Carmine Abate. Gangemi proporrà la riscrittura rinnovata del suo romanzo d’esordio del 1995 dal titolo Il Prezzo della carne (Rubbettino, 2014). Abate presenterà in anteprima nazionale la nuova edizione de La Festa del ritorno (Mondadori, 2014),

Quest’anno il Festival amplia lo sguardo sul noir: spicca la presenza tra gli ospiti di Petros Markaris. Lo scrittore greco parlerà del suo Paese e della crisi che lo ha colpito attraverso le parole i pensieri del commissario Kostas Karistos, il Montalbano greco. Di detective, thriller e indagini si dibatterà, inoltre, con: Piera Carlomagno, Gianmauro Costa, Roberto Riccardi, Paolo Foschi, Bruno Morchio, Lorenzo Beccati, Luca Poldelmengo, Arianna Destito e Assunta Morrone.

Anche l’attualità è di scena: Lucio Caracciolo illustrerà la situazione in Medioriente dove incombe la minaccia Isis e discuterà dei suoi effetti sull’Italia. Fabio Nicolucci affronterà il tema controverso dei rapporti della sinistra con Israele. Walter Veltroni presenterà al Festival ‘C’era una volta Berlinguer’ il docufilm sul segretario del Pci: una riflessione storia di questo leader carismatico e sulla sua eredità politico e storica. Una riflessione che Veltroni condividerà in sala con Bianca Berlinguer.

La lista delle presenze è ancora lunga. Ricordiamo: l’attore Luca Barbareschi, il giornalista musicale Ezio Guaitamacchi, il musicologo Stefano Zenni, l’economista Paolo Savona, il presidente del Cnr Luigi Nicolais.

La manifestazione offre anche l’opportunità di conoscere l’arte e la storia della Calabria. In programma numerose iniziative -soprattutto dedicate al mondo della scuola – che svolgeranno a Tropea, Serra San Bruno e Soriano: i territori del Festival. Segnaliamo le visite guidate al Museo

Diocesano di Tropea, al Museo dei Marmi di Soriano, al Museo della Certosa di Serra San Bruno e al Museo Archeologico di Vibo Valentia, e altri siti culturali e archeologici. (vedi di seguito il calendario).  Il programma completo su: tropeafestival.it

Qui di seguito l’elenco delle iniziative collaterali.

 LE ALTRE INIZIATIVE (21-26 OTTOBRE)

 Mostre

 Come nella scorsa edizione del Festival, anche quest’anno Palazzo Gagliardi, a Vibo Valentia offrirà il palcoscenico per una serie di mostre, principalmente di scultura, che saranno l’occasione per valorizzare e mettere in luce alcuni tra i nomi più interessanti del panorama artistico della Regione. Le sale del palazzo ospiteranno una serie di personali che ci racconteranno, attraverso una serie di percorsi e ricerche individuali, cosa significa fare arte in Calabria, oggi.

 21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Ballerine”

Sculture di Michele Zappino

Il lavoro del maestro Michele Zappino, emancipatosi dalle influenze iniziali di Francesco Messina, è una continua ricerca legata al dualismo tra movimento e stasi, tra pesantezza e leggerezza: le sue ballerine sono espressione di potenza e dinamismo, il risultato dello scontro tra l’erotismo della materia plastica di cui sono composte e il lirismo metafisico del movimento che le plasma e che irradia da esse. Ed è proprio dal conflitto tra le contraddizioni che muovono la sua ricerca che le opere ricavano quella particolare vibrazione che le rende vive.

 21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“La porta del Mediterraneo”

Installazione di Antonio La Gamba

Il Mediterraneo che ha cullato le antiche civiltà è diventato il cimitero di migliaia di uomini, donne e bambini. Il nostro egoismo si ciba di pesci che si nutrono di cadaveri. L’installazione vuole essere un momento di riflessione in un coinvolgimento sull’esodo di popoli costretti a fuggire dalla loro terra in cerca di futuro. Un’opera corale alla quale hanno collaborato gli amici Maria Vigliarolo, Guerino Benvenuto, Silvestro Bonaventura, Antonio Montesanti e Filippo Solano. L’artista esporrà alcune delle opere realizzate nel 2014 e alcuni dipinti e sculture del ciclo dedicato alla poetessa Alfonsina Strano.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“#vivonotra noi – dagli invertebrati agli irresponsabili A/R”

Installazione di Caterina Luciano

“Uomini. Insetti che si divorano gli uni con gli altri sopra un piccolo atomo di fango”. Da Zadig o il destino di Voltaire la sintesi e l’incipit di una personale che parte da lontano e trova il suo perché nell’atomo di fango voltairiano, con le sembianze di questo declino che chiamiamo l’oggi. Gli insetti che si divorano gli uni con gli altri sono i troppi personaggi che hanno preso il posto delle persone, in una pantomima sempre più fitta in cui l’apparenza è diventata sostanza, anima vitale di un circo che è il mondo dell’inganno universale profetizzato da Orwell. E incarnato in Demi Romeo, il protagonista del romanzo Carta vetrata di Paola Bottero (sabbiarossa, Rc, 2013) che dà il via al racconto esplicitato nelle 33 carte degli invertebrati. La personale, che è stata presentata in anteprima nazionale nell’artspace lametino BeCause, non si ferma al percorso in volo degli invertebrati: si genera e genera dagli irresponsabili, andata e ritorno. Perché siamo tutti irresponsabili. E tutti invertebrati.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Polittico della vita”

Installazione di Giuseppe Pontoriero

Il cerchio della vita e della morte, la catarsi e la forza vitale visti come attraverso un ritrovamento pittorico. Il “ritrovamento” è un altro argomento, non solo simbolico, ricorrente nella pittura dell’artista.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Bianco. Purezza. Infinito. Angelo Savelli”

Installazione di Maya Lopez Muro

L’artista argentina omaggia il grande artista napitino. Una serie di opere bianco su bianco che evidenziano grande personalità nell’esprimere con forza e bellezza la quarta dimensione.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Visioni Notturne sulla Costa degli Dei”

Progetto fotografico di Andrea Mandara

Amo la notte perché il tempo non urge, perché tace il rumore della folla e termina il linciaggio delle ore. So poco della notte ma la notte sembra sapere di me, e in più mi cura come se mi amasse, mi copre la coscienza con la sue stelle. La notte mi accompagna e mi tiene per mano, mi ispira e travolge la mia anima con le sue fioche luci. Luci che diventano sofisticate poesie nell’incantevole Costa degli Dei, scenario di queste mie Visioni Notturne.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Crucifixus”

Video installazioni di Stefano Bazzano

I rituali alla base della cultura contadina del Sud Italia, esistono e si sviluppano su una soglia che divide e unisce il sacro e il profano, la religione e la magia. Nello specifico è la Passione di Cristo il ceppo dal quale si innalza, nodoso e frastagliato, l’albero dei rituali. Acme della Passione è la Croce: pietosa madre protettrice e arma invincibile contro i mali. Questa video-installazione si presenta come una breve sequenza di fugaci associazioni visive e uditive, così come potrebbero presentarsi nell’immaginazione e nella memoria, concorrendo alla creazione dell’immaginario.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Sud”

Installazione di Maria Vigliarolo

L’idea di quest’opera dedicata all’emigrazione della gente meridionale, nasce dalla canzone di Eugenio Bennato “Grande Sud”. Il testo della canzone evoca sentimenti positivi per i contenuti patriottici e l’attaccamento alle proprie radici ,alla propria cultura e nello stesso tempo, sprigiona una grande malinconia nel dover lasciare la propria terra ,gli affetti più cari, una parte di se stessi per andare verso nuove frontiere verso la speranza di una vita migliore , alcune volte verso l’ignoto ,portandosi nella valigia e nel cuore un piccolo pezzo del nostro “grande Sud”.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“India: il mistero dell’anima”

Progetto fotografico di Andrea Massa

India, seduttivo e fascinoso paese dalle mille sfaccettature.

Visitarla è un’esperienza che lascia un segno profondo e indelebile che intacca le corde più profonde dell’animo. L’India assale prende alla gola, allo stomaco. L’unica cosa che non permette è restarle indifferente. I volti, gli sguardi che s’incrociano sono quelli d’uomini e donne stanchi, segnati dalla fatica di vivere un giorno dopo l’altro ma intensi, carichi di un magnetismo avvolgente, sconvolgente e che trasmettono messaggi di vita.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Tra Spirito e carne”

Sculture di Antonio Gaudioso

Il lavoro plastico di Antonio Gaudioso è dedicato alla dicotomia tra lo spirito e la carne, tra ciò che è totalmente altro, l’anima, e il principio vitale e fertile della vita; le opere dello scultore zungrese raccontano in maniera potente il dualismo tra pulsioni metafisiche e richiami terreni, mostrandoci quanto sacro c’è nei suoi ritratti di donna e quanta materia carnale nelle Madonne idealizzate e prosciugate da secoli di rappresentazioni.

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Seguitemi”

Installazione di Pasquale De Luca

Orizzonti annidati su l’urlo abbagliato dal mare, spaziano attraverso terre dimenticate aride

nell’estensione primordiale…Seguitemi…

21-26 Ottobre – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Il linguaggio del corpo: le gambe”

Esposizione di Grazia Savelli

La sua pittura che non ha matrici a livello nazionale e mondiale, è lenta e meditata, a volte apparentemente dura e maschia, ma sempre piena di speranza. Uno spaccato dei tempi moderni che, tra surrealismo e metafisica, fa vivere l’esperienza e il pensiero in una dialettica continua. Il bianco e nero e il ruvido screpolato intonaco esaltano l’essenza dell’istante, e la sintesi equilibrata tra componente affettiva e componente cognitiva che scaturisce dai quadri produce una ricchezza semantica straripante e coinvolgente.

Spazio Bimbi

Lo Spazio Bimbi, concepito come spazio confortevole ed interattivo, atto ad ospitare letture ad alta voce, giochi educativi e laboratori creativi, pone tra le sue principali finalità quella di avvicinare i più piccoli all’universo della lettura e dei libri. Attraverso una nutrita serie di attività manuali e pratiche, i bambini avranno la possibilità di interagire in un ambiente accogliente e pensato per loro, di sviluppare le proprie attitudini creative e capacità cognitive e di sperimentare, divertendosi, l’importanza della fantasia, dell’inventiva, della realizzazione di un progetto comune.

Lo Spazio Bimbi sarà aperto gratuitamente ogni giorno dal 21 al 26 ottobre, a visite guidate di gruppi e classi, e sarà attivo fino a sera per la fruizione gratuita da parte di mamme e bambini di tutte le età.

Martedì 21 ottobre

Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Accoglienza dei piccoli lettori dello Spazio Bimbi

Primo approccio con i libri e attività ricreative.

Ore 16.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Ore 19.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

LeggereEgiocare

Leggere e giocare. Leggere è giocare. Leggere è sostanzialmente un processo di ricerca, comprensione e interpretazione del significato del testo. Perché non fare tutto ciò giocando?

Mercoledì 22 ottobre

Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Libro che tocchi, libro che senti. Lettura ad alta voce rivolta ai piccolissimi uditori.

Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuale rivolta ai più piccoli e ai loro genitori

Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

22 ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

Ore 18.45 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far: apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

Giovedì 23 ottobre

Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

“Nati per Leggere” Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro con la nutrizionista Dott.ssa Annarita Gramendola

La piramide alimentare nelle sue caratteristiche e peculiarità

L’incontro ha l’obbiettivo di insegnare ai bambini che ogni sezione della piramide è costituita da alimenti con un differente contenuto in nutrienti e richiede diverse frequenze di consumo. Nel corso dell’incontro i bambini saranno chiamati a prendere parte al “gioco delle stagioni”, un’attività grazie alla quale anche i più piccoli potranno scoprire che ortaggi e frutta esprimono il massimo della loro qualità nutritiva quando maturano naturalmente senza essere trattati con diserbanti ed altre sostanze chimiche che ne alterano qualità e caratteristiche bromatologiche.

Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi del fumetto L’alice nel mare delle meraviglie

Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuale Costruisci la LISCA della spesa

Ore 19.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

LeggereEgiocare

Leggere e giocare. Leggere è giocare. Leggere è sostanzialmente un processo di ricerca, comprensione e interpretazione del significato del testo. Perché non fare tutto ciò giocando?

Venerdì 24 ottobre

24 ottobre – Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi del libro di Tomi Ungerer, Tremolo

Tremolo è un musicista appassionato, suona notte e giorno. Solo che in questo modo finisce per disturbare l’indovina del piano di sopra che per sua sfortuna ha un pessimo carattere. Detto fatto, la vicina gli lancia un grosso incantesimo: dagli strumenti non usciranno più musiche e canzoni, ma note grosse e nere come olive, che rotolano dappertutto e riempiono strade e case. Tremolo però è un giovanotto pieno di iniziativa e non tarda a scoprire che non tutto il male viene per nuocere.

Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

Ore 18.45 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far: apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

Sabato 25 ottobre

Ore 9-12 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Letture ad alta voce a cura di Alberto Micelotta

Le letture ad alta voce saranno rivolte alle scuole primarie di Vibo Valentia ed avverranno dietro prenotazione da parte dei Dirigenti Scolastici che vorranno aderire all’iniziativa.

Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

Ore 16.15 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Libro che tocchi, libro che senti. Lettura ad alta voce rivolta ai piccolissimi uditori.

Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro con le Associazioni VIP ViviamoInPositivo di Catanzaro e Cosenza

La prima Associazione ViviamoInPositivo nasce a Torino il 15 febbraio 1997.

Nel 2000 iniziano a prestare servizio i primi volontari Clown presso gli ospedali di Torino. Il 16 maggio 2003 dalle prime 10 associazioni VIP nasce la Federazione VIP Italia ONLUS. Attualmente sono 53 le Associazioni VIP federate in VIP Italia ONLUS

e oltre 3000 i volontari clown attivi che prestano servizio in più di 100 Ospedali e strutture socio-sanitarie in Italia. Attraverso l’utilizzo di piccole gag, giochi e la co-creazione di racconti creativi, il bambino sarà guidato alla scoperta del magico mondo del volontariato clown VIP e della clownterapia. Obiettivi : far conoscere il mondo del volontariato con particolare riferimento al volontariato clown, sviluppare la creatività e la fantasia.

L’incontro è destinato a far conoscere ai bambini e ai loro genitori la missione della clownterapia, l’applicazione di un insieme di tecniche derivate dal circo e dal teatro di strada, in contesti di disagio sociale o fisico, quali ospedali, case di riposo, case famiglia, orfanotrofi, centri diurni, centri di accoglienza, ecc..

Ore 17.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far: apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

Ore 18.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce a cura di Francesco Ferracuti, mimo di Paolo Cutuli

Fa… volando in una pagina

Brevi favole o filastrocche create a scopo didattico a partire da esperienze e situazioni concrete; spesso con l’aiuto degli stessi bambini, chiamati ad essere coinvolti nella composizione come autori, spietati critici ed infine illustratori del racconto. Unica regola: non eccedere la lunghezza di una pagina!

Ore 19.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Attività manuali volte ad accrescere la creatività dei bambini

Domenica 26 ottobre

Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Propedeutica musicale per bambini a cura dell’Associazione Insoliti Accordi

Nel corso dell’incontro i bambini avranno la possibilità di approcciarsi, in modo elementare e divertente a diversi strumenti musicali.

Ore 11.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Giochiamo con la terra sviluppo della creatività con l’argilla a cura Antonio La Gamba

Il laboratorio offre la possibilità di sperimentare direttamente le varie fasi della lavorazione dell’argilla.

Ore 15.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro conclusivo del laboratorio artistico letterario: C’era una volta un foglio di carta a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla storia di un foglio di carta, i bambini conosceranno tanti nuovi amici che impareranno a costruire utilizzando: fogli di carta, forbici, colla, pennarelli colorati e tanta fantasia.

Ore 16.30 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lezione di Karate a cura della Dott.ssa Viola Zangara

La Dott.ssa Viola Zangara, laureata in scienze motorie, dirigente e atleta della Federazione Italiana Pesistica Calabria, allenatore personal trainer FIPE, insegnante tecnico fulkam (FEDERAZIONE ITALIANA JUDO lotta, karate, arti marziali) – karate. Atleta cintura nera IV DAN, pluri medagliata a livello nazionale e internazionale, terrà una lezione dimostrativa del corso di karate che inizierà in autunno presso il Sistema Bibliotecario Vibonese.

Ore 18.00 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Lettura ad alta voce legata al gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Ore 18.45 – Palazzo Gagliardi – Vibo Valentia

Incontro conclusivo del laboratorio Facciamo merenda…con (il) gusto a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Questo laboratorio si pone la finalità di far apprendere ai bambini le procedure necessarie per realizzare la preparazione di cibi; individuare i sapori e gli odori; maneggiare in modo adeguato gli utensili da cucina; assimilare e usare i vocaboli relativi alle azioni che si svolgono quando si sta a tavola.

 I luoghi del Festival

 Come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno il Festival Tropea Leggere & Scrivere coinvolgerà nelle sue attività i centri che fanno parte del partenariato territoriale: Serra San Bruno, Soriano e Tropea.

Al Premio Letterario, svoltosi a Tropea il 26 e 27 luglio scorsi, è seguita l’anteprima del Festival il 14 settembre nella Piazza Municipio di Soriano Calabro, con “Voci di Muse. Viaggio nella Magna Grecia”, il tributo che la cantastorie di origine catanzarese Francesca Prestia ha rivolto alla sua prediletta Calabria, attraverso i versi della poetessa Saffo, gli epigrammi della locrese Nosside, le storie delle Antigoni, Elettra, Medea ed Ifigenia, fino alla contemporaneità dei versi e i racconti del poeta e scrittore grecanico Salvino Nucera.

 Il calendario:

SERRA SAN BRUNO

22 Ottobre – Ore 11.00 – Istituto Comprensivo Statale “Ignazio Larussa” – Serra San Bruno

Michele D’Ignazio autore di Storia di una matita (Rizzoli, 2012) conversa con Luciana Cordì e Katia Rosi

Com’è la vita da matita? Chiedetelo a Lapo! Lui si è trasformato nel suo sogno e ha iniziato a lasciare tanti segni. E gliene sono successe davvero di tutti i colori. E voi? Qual è il vostro sogno? In cosa rischiate di trasformarmi? Un tuffo nei due libri che hanno come protagonista il buffo Lapo, il ragazzo-matita con la passione per il disegno.

Sezione “Una Regione per Leggere”

22 Ottobre – Ore 12.00 Istituto Comprensivo Statale “Ignazio Larussa” – Serra San Bruno

Laboratorio artistico-letterario sul libro di Michele D’Ignazio Storia di una matita (Rizzoli, 2012) a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla lettura ad alta voce di alcuni brani tratti dal libro Storia di una matita, i bambini svolgeranno una serie di attività ludiche e artistiche.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

23 Ottobre – Ore 11.00 – Istituto di Istruzione Superiore “L. Einaudi”– Serra San Bruno

Incontro con l’autore: Mimmo Gangemi conversa con Francesca Viscone

Tra le opere il Giudice Meschino (Einaudi, 2009), Premio selezione Bancarella 2010, dal quale è stata tratta una fiction interpretata da Luca Zingaretti; vincitore del Premio Tropea 2012 con La signora di Ellis Island (Einaudi, 2011), presenta al Tropea Festival in anteprima nazionale la riscrittura rinnovata del suo romanzo d’esordio (Rubbettino, 1995), dal titolo Il Prezzo della carne (Rubbettino, 2014).

Sezione “Una Regione per Leggere”

 24 Ottobre – Ore 11.00 – Istituto di Istruzione Superiore “L. Einaudi”– Serra San Bruno

Antonio Ceravolo e Antonio Cavallaro presentano Fabrizia, Serra San Bruno Storia, cultura, economia, 20° volume della Collana “Le Città della Calabria” (Rubbettino)

Il volume, risultato della collaborazione fra la Rubbettino e la Banca Popolare del Mezzogiorno, propone un approfondito e attento studio della storia – dalle origini ai nostri giorni – e della realtà culturale, economica e politica delle due cittadine delle Serre calabresi: Fabrizia, la prima, un vivace centro, custode, in passato, di un patrimonio boschivo tale da permettere la realizzazione, nella zona, di una delle maggiori industrie del ferro dell’Italia preunitaria; Serra San Bruno, la città del santo certosino, Bruno di Colonia, sede della rinomata Certosa, “perla” del mondo spirituale cristiano.

Sezione “Una Regione per Leggere”

 14 Novembre – Ore 11.00 – Palazzo Chimirri – Serra San Bruno

Premio “Sharo Gambino”

L’Istituto di Istruzione Superiore “L. Einaudi” istituisce, a partire dall’anno scolastico 2008-2009, il premio letterario di scrittura intitolato allo scrittore e giornalista Sharo Gambino.

L’obiettivo del premio è quello di promuovere tra i giovani la lettura e la conoscenza dell’Autore, la cui opera, ispirata alla realtà della Calabria e dell’Italia meridionale, merita di essere adeguatamente diffusa e apprezzata per l’alto valore del suo messaggio culturale e per il posto occupato da Gambino, serrese d’adozione, nella letteratura meridionale del ’900.

Sezione “Una Regione per Leggere”

 SORIANO

22 Ottobre – Ore 10.00 – Sala Consiliare – Soriano

Domenico Dara presenta Breve trattato sulle coincidenze (Nutrimenti, 2014)

Il postino di Girifalco coltiva un vizio: apre, legge, ricopia e cataloga le lettere prima di consegnarle, tracciando una geografia privata delle minute vicende paesane. E così un giorno, dal sacco della posta, spunta all’improvviso una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero…Con Breve trattato sulle coincidenze Domenico Dara compone un inno alla scrittura e al suo segreto potere di entrare nei percorsi del destino, in un romanzo d’esordio nel quale lingua e dialetto si fondono come l’universale e il particolare, dando forma a una trama ispirata e a un carosello di personaggi indimenticabili.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore – ore 10.00 – Sala Consiliare – Soriano

Paolo Cutuli mette in scena “Briciole di Teatro”

In “Briciole di Teatro” l’argomento centrale è l’amore visto da diversi punti di vista (amore per Dio, amore infantile, amore fraterno, amore cinico, amore omosessuale, amore surreale ecc..) Uomo in cerca dell’amore di Dio: un uomo ha la possibilità di parlare con Dio se riesce nell’intento di totalizzare 1000 punti al gioco del flipper, ma alla terza pallina e a un passo dai 1000 punti accade qualcosa di inatteso..

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 – Ottobre – Ore 10.00 – Scuola Media Statale G. M. Ferrari – Soriano

Michele D’Ignazio autore di Storia di una matita (Rizzoli, 2012) conversa con Luciana Cordì e Katia Rosi

Com’è la vita da matita? Chiedetelo a Lapo! Lui si è trasformato nel suo sogno e ha iniziato a lasciare tanti segni. E gliene sono successe davvero di tutti i colori. E voi? Qual è il vostro sogno? In cosa rischiate di trasformarmi? Un tuffo nei due libri che hanno come protagonista il buffo Lapo, il ragazzo-matita con la passione per il disegno.

Sezione “Una Regione per Leggere”

25 – Ottobre – Ore 11.00 – Scuola Media Statale G. M. Ferrari – Soriano

Laboratorio artistico-letterario sul libro di Michele D’Ignazio Storia di una matita (Rizzoli, 2012) a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla lettura ad alta voce di alcuni brani tratti dal libro Storia di una matita, i bambini svolgeranno una serie di attività ludiche e artistiche.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

TROPEA

22 Ottobre – Ore 10.00 – Museo Diocesano – Tropea

Giordano Bruno Guerri presenta il libro Italo Balbo (Bompiani, 2013), introduce Stella Vinci

Balbo seppe intuire con grande anticipo, e spesso risolvere con altrettanto grande sensibilità, per i tempi, i problemi che sarebbero sorti nelle società multirazziali, multiculturali, multi religiose. Modernizzatore e innovatore, fascista passato a un liberalismo autoritario, unico fra i gerarchi che preferiva gli Stati Uniti alla Germania, o alla Francia, o alla Gran Bretagna, e unica a opporsi concretamente alle leggi razziali; però tutto ciò non basta a mettere Balbo nel Pantheon dei grandi italiani del Novecento, zavorrato com’è dalla responsabilità di avere “inventato”, ovvero organizzato, lo squadrismo fascista e di avere contribuito più di tutti a portare Mussolini al potere. Ma qui si pretende soltanto di dare a Balbo quel che è di Balbo.

Sezione “Una Regione per Leggere”

23 Ottobre – Ore 10.00 – Antico Sedile – Tropea

Domenico Dara presenta Breve trattato sulle coincidenze (Nutrimenti, 2014)

Il postino di Girifalco coltiva un vizio: apre, legge, ricopia e cataloga le lettere prima di consegnarle, tracciando una geografia privata delle minute vicende paesane. E così un giorno, dal sacco della posta, spunta all’improvviso una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero…Con Breve trattato sulle coincidenze Domenico Dara compone un inno alla scrittura e al suo segreto potere di entrare nei percorsi del destino, in un romanzo d’esordio nel quale lingua e dialetto si fondono come l’universale e il particolare, dando forma a una trama ispirata e a un carosello di personaggi indimenticabili.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 10.00 – Museo Diocesano – Tropea

Michele D’Ignazio autore di Storia di una matita (Rizzoli, 2012) conversa con Luciana Cordì e Katia Rosi

Com’è la vita da matita? Chiedetelo a Lapo! Lui si è trasformato nel suo sogno e ha iniziato a lasciare tanti segni. E gliene sono successe davvero di tutti i colori. E voi? Qual è il vostro sogno? In cosa rischiate di trasformarmi? Un tuffo nei due libri che hanno come protagonista il buffo Lapo, il ragazzo-matita con la passione per il disegno.

Sezione “Una Regione per Leggere”

24 Ottobre – Ore 11.00 – Museo Diocesano – Tropea

Laboratorio artistico-letterario sul libro di Michele D’Ignazio Storia di una matita (Rizzoli, 2012) a cura di Luciana Cordì e Katia Rosi

Partendo dalla lettura ad alta voce di alcuni brani tratti dal libro Storia di una matita, i bambini svolgeranno una serie di attività ludiche e artistiche.

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

25 Ottobre – Ore 10.00 – Museo Diocesano – Tropea

Paolo Cutuli mette in scena “Briciole di Teatro”

In “Briciole di Teatro” l’argomento centrale è l’amore visto da diversi punti di vista (amore per Dio, amore infantile, amore fraterno, amore cinico, amore omosessuale, amore surreale ecc..) Uomo in cerca dell’amore di Dio: un uomo ha la possibilità di parlare con Dio se riesce nell’intento di totalizzare 1000 punti al gioco del flipper, ma alla terza pallina e a un passo dai 1000 punti accade qualcosa di inatteso..

Sezione “Calabria, fabbrica di Cultura”

 Il Tropea Festival Leggere & Scrivere è organizzato dal Sistema Bibliotecario Vibonese, capofila di una rete di soggetti che vede riuniti i Comuni di Tropea, Serra San Bruno, Vibo Valentia, Soriano, la Provincia di Vibo Valentia, la Regione Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


otto − = 2