Foto dal web
Foto dal web

Bandiere e bouquet tricolori ai lati del palco e luci rigorosamente verdi, bianche e rosse per sottolineare pure con la scenografia lo spirito nazionale. Anche a Messina il concorso di Miss Italia, che da 72 anni racconta la storia e il costume del nostro Paese, ha partecipato alle celebrazioni del 150mo dell’Unità d’Italia. Mercoledì sera nell’elegante salone Borsa della Camera di Commercio si è svolta la selezione del concorso “Miss Unità d’Italia – Città di Messina” per la Sicilia Est. L’evento era inserito fra le manifestazioni promosse dal Comitato Messina 2011 che fino al 31 marzo terrà iniziative in città per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. Al termine della selezione alla quale hanno preso parte 24 concorrenti, alcune delle quali giunte anche da Catania e Siracusa, l’ambito titolo di “Miss Unità d’Italia – Città di Messina” se lo è aggiudicato Isabella Collogrosso, 23 anni di Messina. Al secondo posto Alice Stancanelli di 17 e Martina Chillè di 18, entrambe messinesi, quarta Chiara Salvo, 23 anni di Villafranca Tirrena. Grazie a questo titolo “patriottico”, la giovane vincitrice messinese accederà di diritto alla finale regionale del concorso di Miss Italia. La serata è stata condotta da Ruggero Sardo, ospiti dell’evento il cantante-presentatore Natale Munaò, la giovanissima nuova voce messinese Vincenzo Belfiore e Tania Bambaci Miss Sicilia 2010 e finalista nazionale lo scorso anno a Miss Italia. A scegliere le nuove reginette di bellezza una giuria composta tra gli altri dal giornalista e scrittore Giuseppe Messina, dal direttore della Siae di Messina Leonardo La Rosa, da Angelo Saeli responsabile per il Sud d’Italia di Telethon, il giornalista Antonio Aricò e Franco Cariolo. Nel corso della serata, le 24 ragazze in gara con la loro spontaneità e con la loro freschezza hanno lanciato uno speciale messaggio di unione e fratellanza. Anche attraverso la bellezza è stato rappresentato il valore del Tricolore e il sentimento d’identità nazionale, un anniversario vissuto in modo semplice e senza retorica, un omaggio sentito alla nostra bandiera che con tanti sorrisi ha attraversato idealmente tutto lo stivale. Una serata fra l’altro dal tono anche diverso, non a caso per scelta dell’organizzazione nazionale del concorso le ragazze non hanno indossato il tradizionale bikini, ma abiti adatti alla circostanza. Per il costume ci sarà tempo quest’estate quando sulle passerelle si accenderanno le luci di Miss Italia e la reginetta di bellezza di quest’anno sarà sicuramente una miss dal carattere fortemente nazionale. A Crotone, la Miss Unità d’Italia è risultata Valentina Piccoli, 19 anni di Catanzaro Lido.

Gazzetta del Sud del 18.03.2011 – Patrizia Casale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 8 = sedici