Conformemente alla precedente edizione è stato nuovamente podio per il santateresino Giuseppe Nucita coadiuvato da Nico Salvo su Peugeot 207 S2000 made LB Tecnology davanti ad un mai domato Totò Riolo con accanto il rientrante Maurizio Marin, anche loro su una 207 S2000, e gradino più basso per Andrea Nucita, fratello minore di Giuseppe, in coppia con l’inseparabile Sara Cotone su Renault Clio S1600.

Dopo un testa a testa molto avvincente e carico di grande agonismo grazie al seguito di un folto pubblico fin dalla partenza del sabato sera, solo quattro erano i decimi separanti i due contendenti sullo start dell’ultimo tratto cronometrato con il primo dei Nucita davanti a Riolo (entrambi si sono aggiudicati due speciali a testa), che all’ultimo attacco non è riuscito a scavalcare l’avversario, perdendo terreno a pochi chilometri dal traguardo per un ostacolo improvviso, che gli ha rovinato l’anteriore sinistro della vettura curata dalla «Ferrara Motors». «Siamo felici di aver bissato il successo su questo tracciato molto impegnativo, perfettamente coadiuvati dalla Peugeot 207 LB Tecnorally, che ci ha permesso di attaccare. – è stato il commento di Giuseppe Nucita – Nei primi passaggi perdevamo nei tratti più scorrevoli, poi la vettura si è rivelata molto più precisa. È stato un entusiasmante duello con Riolo e la mia soddisfazione si completa con l’ottimo terzo posto di mio fratello Andrea».

Terza posizione sempre in mano al Campione Italiano Rally Junior Andrea Nucita, che ha usato al meglio la Renault Clio Super 1600 della «Ferrara Motors», su cui a leggere le note è stata la piemontese Sara Cotone. Per i fidanzati del «Team Phoenix» si tratta del bis sul terzo gradino del podio, dopo quello del 2011, seguito al secondo posto del 2010. «Abbiamo trovato immediatamente un ottimo feeling tra noi e con la Renault Clio S1600, – ha dichiarato Andrea Nucita – nonostante un problema di temperatura motore e di scelta gomme nella prima prova, poi tutto è filato liscio ed abbiamo potuto esprimerci al meglio. Sono molto felice per l’ottima gara di mio fratello Giuseppe». A ridosso del podio dopo il ritiro di Rosario Pistone successo in gruppo R per il giovane di Santa Teresa Riva Danilo Novelli affiancato da Roberto Santoro sulla Renaul T New Clio R3C della «LB Tecnorally in livrea Sunbeam Motorsport». Novelli ha preso subito un ottimo ritmo, nonostante un testacoda sulla seconda prova ed un problema all’interfono nella prima.

Ottimo esordio con quinta posizione assoluta e seconda di categoria per lo slalomista catanese Andrea Currenti su Renault New Clio R3, navigato dall’esperto pattese Rosario Siragusano, copilota che non ha fatto mistero delle ottime doti del driver di Bronte. Straordinario successo in gruppo N e sesta piazza assoluta per il giovane messinese figlio d’arte e portacolori «New Turbomark» Angelo Bruno, navigato da Michele Marra sulla Peugeot 206 RC di preparazione Inferrera. Bruno sin dal primo passaggio si è attestato nelle parti alte della classifica, trovando subito le migliori regolazioni per la sua vettura. Settima piazza per il terzo equipaggio di classe R3 formato dai peloritani della «Esselle Competition Group» Antonino Villari ed Antonino Sapienza su Renault New Clio. Altra conferma è arrivata dai coniugi di Sant’Alessio Siculo Tino Leo e Giuliana Duro su Peugeot 106 1.6 16V, che con l’ottava posizione nella generale si sono assicurati il primato di categoria F e di classe 1600. Nono posto assoluto e secondo tra le Super 1600 per il messinese Giovanni Celesti, navigato da Carmelo Russo, che al volante della Renault Clio ha attaccato dopo le prime due prove usate per riprendere familiarità con la vettura con cui ha concluso al secondo posto di categoria. Per l’ultima piazza della Top Ten e per le due piazze d’onore di classe N3 battaglia tra i messinesi Marcello Rizzo e Nunzio Longo, entrambi sulle Renault Clio RS, col primo che ha avuto la meglio.

 Foti Rodrigo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 + otto =