Foto dal web

Più di cinquecento mila euro, tra titoliedenaro, postisottosequestro. Per essersi appropriata indebitamente del patrimonio che la donna presso cui prestava servizio aveva lasciato prima di morire. Ed è con il decreto di sequestro che porta la firma del gip Abigail Mellace che, i carabinieri della stazione di Girifalco alla guida del capitano Vincenzantonio Sisto, hanno sequestrato presso diversi istituti di credito denaro e titoli per un totale di 515.000,00 riconducibilia Paola Melina 44 anni di Girifalco. Ad insospettire i militari sono stati i movimenti anomali del denaro trasportato da un conto all’altro. Passaggi di denaro che si sarebbero basate su firme apocrife, fino a concludersi con il rinvenimento di tutto il patrimonio in questione, suddiviso in denaro e titoli e spalmato su diversi conti correnti. Per la donna l’accusa di appropriazione indebita continuata aggravata dall’aver cagionato alle persone offese un danno patrimoniale consistente, abusando del rapporto di fiducia basato su relazioni domesticheedi ospitalitàedicui a breve dovrà dar contro all’autorità giudiziaria.

Il Quotidiano della Calabria del 27.05.2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× otto = 64