SONY DSCNella nottata odierna i Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli hanno tratto in arresto un ragazzo di anni 20, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di tipo “marijuana”.

Il risultato operativo è frutto, in particolare, di un’attenta attività informativa sviluppata dai militari della Stazione di Serrastretta che, nelle ultime settimane, avevano raccolto sufficienti elementi in base ai quali si poteva concretamente ritenere che nelle frazioni del comune di Serrastretta vi fosse un certo “movimento” di ragazzi dediti all’uso di sostanze stupefacenti.

DELLA PORTA DAVIDEIl nome dell’arrestato è Della Porta Davide. E infatti, già nella giornata di Domenica scorsa, i Carabinieri avevano proceduto a denunciare a p.l. Mazza Francesco, di anni 29, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di tipo “marijuana”.

In quell’occasione, i militari, nel corso di un posto di controllo nella frazione Accaria del comune di Serrastretta, avevano fermato il ragazzo alla guida di una Fiat Panda e avevano proceduto a perquisizione personale e veicolare, rinvenendo un involucro di cellophane del peso complessivo di gr. 1 della citata sostanza.

L’atto di polizia giudiziaria veniva poi esteso all’abitazione presso cui dimorava abitualmente il ragazzo, con esito positivo in quanto veniva rinvenuto dai Carabinieri un altro involucro contenente complessivamente gr. 56 di marijuana.

Stanotte, invece, i militari di Serrastretta predisponevano un posto di controllo in località Migliuso ove, in base alle informazioni raccolte, era probabile il passaggio di soggetti dediti all’uso di sostanze stupefacenti che avrebbero potuto allontanarsi dal paese per acquistare la marijuana nel vicino centro lametino.

Il servizio predisposto dava i suoi frutti allorquando i militari avevano modo di scorgere, a pochi metri dal luogo del controllo, un’autovettura che, alla vista dei Carabinieri, si dileguava per vie limitrofe con il chiaro intento di sottrarsi all’eventuale accertamento degli agenti operanti.

Notata la manovra azzardata, i Carabinieri si ponevano all’inseguimento dell’autovettura, riuscendo in poco tempo ad arrestare la marcia dell’autista che, in quel momento, si trovava in compagnia di altri due passeggeri.

 SONY DSCA questo punto, bloccati i tre occupanti del veicolo, si procedeva a perquisizione personale e veicolare con esito positivo, in quanto i militari operanti rinvenivano, in prossimità del pneumatico anteriore destro del veicolo, due involucri contenenti sostanza stupefacente di tipo marijuana del peso complessivo di circa 5 grammi.

 Condotti in ufficio, i due passeggeri confidavano di aver ricevuto la sostanza dal Dealla Porta che, poco prima di essere fermato dalla pattuglia dell’Arma, aveva gettato dall’abitacolo dell’autovettura la sostanza facendola cadere sulla sede stradale in prossimità della ruota anteriore destra del veicolo. I due aggiungevano, in particolare, che si erano rivolti al Della Porta perché erano a conoscenza della sua attività di spaccio e che il prezzo dallo stesso praticato era a buon mercato.

Il ragazzo veniva così arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti di tipo marijuana e veniva condotto presso la casa circondariale di Lamezia Terme a disposizione dell’Autorità giudiziaria competente.

Prosegue intanto l’attività di contrasto nello specifico settore delle sostanze stupefacenti da parte delle Stazioni dipendenti dal Comando compagnia di Soveria Mannelli. Nelle scorse settimane, proprio i Carabinieri della Stazione di Serrastretta avevano sanzionato a livello amministrativo due ragazzi sempre di Accaria poiché trovati in possesso di pochi grammi di marijuana per uso personale, mentre analogo risultato è stato conseguito dalla Stazione di Decollatura ove un altro giovane è stato segnalato alla Prefettura per uso personale di marijuana.